Eiaculazione precoce: nel 2017 arriva Fortacin, il farmaco spray facile da usare

Dopo la pillola blu, arriva il farmaco per combattere l’eiaculazione precoce, sarà in vendita dal 2017. Contiene lidocaina e prilocaina ed è facile da usare in quanto sotto forma di spray, lo ha realizzato l’azienda italiana Recordati che spera di ottenere gli stessi successi della statunitense Pfizer con il lancio del Viagra nel 1998.

Si stima che tra il 20 e il 30 per cento degli uomini ne soffra, ma alcuni ricercatori sostengono che il dato è sottostimato in quanto la problematica di tipo sessuale crea imbarazzo e non tutti si recano nei centri medici per trovare un rimedio alla patologia. Le disfunzioni di tipo sessuale restano un tabù per la maggioranza delle persone tenendole lontane dai medici. Si stima siano 16 milioni, tra uomini e donne, secondo dati della Fimmg, che hanno difficoltà di vario genere nella propria vita sessuale.

Si chiama Fortacin lo spray che sarà in vendita dal 2017 in Europa e nel resto del mondo secondo un calendario non ancora noto. Un farmaco che andrà incontro alle esigenze di milioni di uomini affetti da eiaculazione precoce, si tratta di un farmaco non da banco per cui sarà necessaria la ricetta medica per acquistarlo. Proprio come avvenuto per il Viagra non sarà possibile reclamizzare il prodotto per cui occorrerà attendere qualche mese prima di poter valutare il successo o meno dello spray.

L’efficacia di Fortacin è stata dimostrata nell’ambito di due studi principali, condotti rispettivamente su un totale di 256 e 300 uomini adulti eterosessuali con eiaculazione precoce; in entrambi gli studi il medicinale è stato confrontato con uno spray placebo (sostanza priva di effetti sull’organismo) nell’arco di 12 settimane. Il principale parametro dell’efficacia era il tempo necessario per l’eiaculazione dopo la penetrazione nonché il grado di controllo dell’eiaculazione, la soddisfazione sessuale e lo stress riferito dai pazienti. Nel primo studio, la durata media del rapporto fino all’eiaculazione nei pazienti trattati con Fortacin è stata di 2,6 minuti rispetto agli 0,8 minuti registrati nei pazienti trattati con placebo; nel secondo studio, il tempo medio necessario per l’eiaculazione nei pazienti trattati con il medicinale è stato di 3,8 minuti rispetto agli 1,1 minuti registrati nel gruppo trattato con placebo. In entrambi gli studi i pazienti trattati con il medicinale hanno riferito miglioramenti sostanzialmente maggiori rispetto ai soggetti trattati con placebo in termini di controllo dell’eiaculazione, soddisfazione sessuale e stress percepito. Alcuni pazienti, che sono stati monitorati per un periodo massimo di 9 mesi nell’ambito di un prolungamento degli studi iniziali, hanno continuato a mostrare un beneficio simile.

Per fare un confronto, il Viagra è stato immesso sul mercato nel marzo del ’98, dopo qualche mese, a luglio, erano già 3,6 milioni le prescrizioni. Per cui Recordati, l’azienda farmaceutica italiana che ha realizzato Fortacin, è comunque fiduciosa perché lo spray contro l’eiaculazione precoce è facile da usare e agisce velocemente. Inoltre non vi è grande concorrenza sul mercato fatta eccezione per un farmaco la cui somministrazione avviene per via orale, il Priligy, che agisce sul sistema nervoso centrale.

Fortacin certamente va incontro le esigenze di almeno 4 milioni di uomini italiani e di milioni di uomini in tutto il mondo. Questo, insieme alla semplicità di utilizzo dello spray, potrebbe aiutare tutti quegli uomini affetti dalla disfunzione a recarsi dal medico per le cure del caso e decretare un successo per Recordati.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie