Entro il 2030 non si farà più sesso, sarà la fine della razza umana?

Ecco perchè non si farà più sesso dal 2030. Negli ultimi decenni si è fatto tanto, forse pure troppo, per affermare la libertà sessuale: sia per parlarne sia per esercitarla senza tabù. Bene, è stato tutto inutile. Buttiamo gli orpelli conturbanti e la sapienza erotica che avevamo acquisito nel bidone dei rifiuti, non ci servono più. Secondo il professor David Spiegelhalter dell’Università di Cambridge, non saranno le nuove tecnologie a renderci meno propositivi, ma le tanto amate serie tv.

La ricerca brittanica ha dimostrato come le nuove coppie preferiscono rimanere incollate davanti ad uno schermo piuttosto che fare l’amore con il proprio partner e questa condizione porterà, inevitabilmente al funerale del sesso datato per il prossimo 2030. Ma quali sono le motivazioni che conducono a questa sorprendente conclusione? Secondo il professor Spiegelhalter qualche anno fa i programmi televisivi terminavano ad un orario decente (intorno alle 22.30), orario oltre il quale le coppie erano quasi “costrette” a rinchiudersi in camera e trascorrere del tempo insieme.

Oggi con la scomparsa della tv generalista e l’aumento delle possibilità di scelta offerte dai canali tv digitali (a pagamento e non) sembra quasi impossibile riuscire a staccarsi dallo schermo, condizionandoci ad una visione 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Il tempo trascorso davanti alla tv necessariamente riduce lo spazio per poter dedicarsi ad altro e la conferma di questo ragionamento è proprio nella modalità di utilizzo delle serie tv e nella possibilità di poter decidere di guardare un’altra puntata e un’altra e un’altra ancora senza sosta.

In precedenza, quindi, il tempo dedicato alla visione dei programmi era di circa due ore, oggi non esiste un reale limite oggettivo che, il più delle volte, è legato alla resistenza che ha un soggetto di poter rimanere incollato davanti allo schermo. Bisogna inoltre considerare, che le pause di visione, tra una puntata e l’altra o tra un programma e l’altro, vengono “riempite” con l’utilizzo dei dispositivi elettronici riducendo ulteriormente il tempo a disposizione per ricordarsi di avere un partner con il quale interagire.

Il nostro tempo libero, secondo una tesi che possiamo definire comunque un pò forzata, sembra quasi destinato a scomparire a favore di maratone tv senza precedenti. A salvarsi, quindi, nel 2030, potranno essere solo gli “apocalittici” del mondo delle series e del mondo social: è a loro che demandiamo la missione di regalare un futuro alla razza umana.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie