Huawei prima per utili nel mondo Android, supera Samsung

Huawei supera Samsung in termini di profitti. Dopo il rapporto di Kantar Wordpanel (tanto criticato per numeri fuori misura) ora anche Strategy Analytics di Boston dichiara il sorpasso della società cinese su quella sudcoreana. Se nel caso di Kantar il riferimento era ai volumi di vendita quello di Stategy Analitycs si riferisce ai profitti.

Ancora una società di analisi del mercato mette Huawei davanti a Samsung, se l’analisi di Kantar è stata messa in dubbio per valori percentuali poco attendibili la conferma di un sorpasso, che si può definire storico, da parte della società cinese su Samsung arriva da un’altra analisi, questa volta relativa ai profitti delle aziende.

L’analisi di Stategy Analitycs

A differenza di quanto si possa pensare non vi è corrispondenza tra volume di vendita (unità vendute) e profitti. Ne è esempio lampante Apple che pur mantenendo una quota di mercato inferiore ai concorrenti è quella che trae i maggiori profitti dalle vendite. Anche in termini di sistema operativo Android è quello da cui si hanno i maggiori ricavi, al secondo posto iOS. Microsoft e Blackberry non hanno realizzato alcun profitto, quinto posto per Tizen il sistema operativo realizzato in casa Samsung.

Ancora una volta i problemi di Samsung sono dovuti alla vicenda delle esplosioni del Galaxy Note 7 che la società sconterà almeno fino alla presentazione del Galaxy S8 a Barcellona a fine febbraio. Huawei in termini di redditività si posiziona al secondo posto subito dietro Apple, altre due cinesi arrivano subito dopo: Oppo e Vivo entrambe di BBK Electronics società cinese proprietaria anche di OnePlus.

È la Cina a fare da ago della bilancia, dunque Huawei e BBK Elettronics, con i suoi marchi, giocano in casa e possono approfittare di una conoscenza del mercato locale che è preclusa agli altri. Ad esempio Apple sta investendo tantissimo (a suon di miliardi di dollari) per cercare di entrare a pieno titolo nel mercato più grande al mondo e che apre le porte ad altri mercati asiatici come quello indiano.

Richard Yu Chengdong, il CEO di Huawei, afferma che ora il brand è interessato al mercato globale e produrrà sempre più smartphone di fascia alta per conquistare il cuore dei tanti amanti della mela morsicata. Obiettivo a cui già altri hanno puntato, ma che non sempre è riuscito. Le intenzioni di Huawei mettono in chiaro quindi che il mercato più redditizio è quello dei flagship dove, è evidente, il profitto è maggiore degli entry level anche se questi ultimi hanno maggiori volumi di vendita.

Seguici su Facebook

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie