Meningite: con il vaccino gli antibiotici solo in caso d’emergenza

Meningite, vaccini e antibiotici. Ancora una volta una malattia infettiva che si può combattere, se vaccinati, magari anche grazie all’ausilio degli antibiotici. Nel 2016 nella sola Toscana si sono registrati 24 casi di contagiati con 4 decessi, è una malattia da non sottovalutare.

La meningite è una malattia del sistema nervoso centrale, di origine infettiva, caratterizzata dall’infiammazione delle meningi; le meningi sono membrane che ricoprono l’encefalo e il midollo spinale. La malattia può avere origine da batteri, virus o altri microrganismi e può essere acuta, subacuta o cronica. La gravità di una meningite è molto variabile: per esempio si passa dalla malattia sistemica, a episodi fulminanti, che mettono a rischio immediatamente la vita.

I sintomi iniziali possono non essere di facile interpretazione. Febbre, cefalea e rigidità nucale tutti sintomi riconducibili a diverse patologie e uno dei pericoli della malattia è proprio il ritardo in cui viene riconosciuta. Ai tre sintomi elencati, che si evidenziano nelle prime ore dell’infezione, si aggiungono anche contratture muscolari, vomito a getto, alterazioni dello stato di coscienza, incapacità di tollerare la luce e i rumori, convulsioni che arrivano circa 20 ore dopo aver contratto il virus.

La meningite viene diagnosticata dall’analisi del liquido cefalorachidiano, il fluido racchiuso tra le meningi e il sistema nervoso centrale, che può essere prelevato con una puntura lombare. La cura consiste nella somministrazione di antibiotici e antivirali. Una meningite batterica non trattata prontamente può essere letale, o può portare a gravi conseguenze permanenti, come sordità, epilessia, idrocefalo e deficit cognitivi.

Alcune forme di meningite, come quelle causate da meningococchi, Haemophilus influenzae di tipo B, pneumococchi o da virus della parotite, possono essere prevenute con le apposite vaccinazioni. I vaccini attualmente a disposizione sono l’unica arma di prevenzione efficace contro la meningite. Sono disponibili tre tipi di vaccini: contro la meningite di tipo C (rara), di tipo B (il più frequente) e il vaccino tetravalente A,C,W135,Y.

Le vaccinazioni sono raccomandate, e non obbligatorie, dal Piano nazionale per la prevenzione vaccinale. Introdotte nei LEA è gratuita in tutta Italia. Il vaccino tetravalente A,C,W135,Y (Mcv4) è disponibile da poco tempo e raccomandato in Italia prevalentemente ai viaggiatori verso Paesi in cui è presente il meningococco.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie