Obesi e fumatori: ritardi negli interventi di routine in UK

Obesi e fumatori non sono visti di buon occhio dal servizio sanitario Inglese e saranno costretti a ritardare interventi chirurgici di routine per dare priorità a chi conduce una vita più sana. Le restrizioni sono state introdotte dalla NHS (National Health Service) Vale of York Clinical Commissioning Group (CCG) come sorta di punizione.

Pazienti in sovrappeso dovranno perdere il 10% del loro peso prima di un intervento chirurgico. Una decisione che ha fatto molto discutere già quando, lo scorso settembre, lo stesso ospedale aveva annunciato il rifiuto totale di operare obesi e fumatori.

L’ospedale ora ha leggermente ritrattato la prima dichiarazione consentendo operazioni in ritardo. Clare Marx, presidente del Royal College of Surgeons (RCS), ha dichiarato che “i pazienti devono essere trattati allo stesso modo in base ai loro sintomi“.

I fumatori devono affrontare un ritardo di sei mesi

Il CCG ha dichiarato che solo la chirurgia elettiva per procedure non vitali, come ad esempio le operazioni all’anca e al ginocchio, ne risentirebbe. La nuova regola sarà introdotta nel mese di gennaio.

Il Dr Shaun O’Connell, a capo della clinica, ha negato che le misure prese dall’ospedale indichino il divieto di intervenire chirurgicamente sui pazienti obesi o fumatori. Egli sostiene che il cambiamento avrebbe portato ai pazienti “risultati migliori in termini di salute nel lungo termine” proteggendo al tempo stesso le finanze.

Secondo il dottor O’Connell non vi sarà alcun divieto a partire da gennaio per i pazienti che fumano oppure obesi, semplicemente sono soggetti più a rischio e quindi non riescono a soddisfare le esigenze legate ad eventuali operazioni. Le persone che dovranno essere operate che appartengono alle due categorie citate saranno valutate caso per caso nel migliore interesse della loro salute.

Il CCG, che serve oltre 351.000 persone in diverse aree, ha proposto il ritardo degli interventi chirurgici nel mese di settembre, ma è stato messo in attesa quando l’NHS ed RCS hanno sollevato preoccupazioni.

L’NHS ha ora approvato il piano e il presidente del Royal College of Surgeons, Clare Marx, ha dichiarato che la decisione del CCG era “finanziariamente motivata. Crediamo realmente che tutti hanno bisogno di mangiare in modo sano e, se possibile, smettere di fumare, ma non dovrebbe essere il fattore decisivo per decidere se operare in modo tempestivo“.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie