Super batteri in sala operatoria: Oms, le 29 linee guida globali per la prevenzione dell’infezione

Fare sempre la doccia prima di sottoporsi a intervento chirurgico, niente rasoio e antibiotici solo per prevenire le infezioni prima e durante l’operazione, e non dopo. Sono alcune raccomandazioni previste nelle nuove Linee Guida per evitare le infezioni in sala operatoria messe a punto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms).

Le Linee guida globali per la prevenzione dell’infezione dei siti chirurgici includono una lista di 29 raccomandazioni pratiche distillate da 20 esperti mondiali sulla base delle ultime evidenze scientifiche. Le linee guida sono state pubblicate oggi su ‘The Lancet Infectious Diseases’ e puntano a mettere un freno alla diffusione dei super batteri resistenti agli antibiotici.

Un’insidia, quella dei super-bug e delle infezioni delle ferite chirurgiche, che nei Paesi a basso reddito coinvolge l’11% dei pazienti sottoposti a un intervento. Ma che si manifesta anche nei Paesi avanzati. Solo negli Stati Uniti, ricorda l’Oms, le infezioni chirurgiche causano oltre 400 mila giorni in più di ricovero in ospedale, per una spesa aggiuntiva di 900 mln di dollari l’anno.

Le linee guida includono 13 raccomandazioni per il periodo pre-operatorio e 16 regole che puntano a prevenire le infezioni durante e dopo la chirurgia. E vanno da precauzioni come quella relativa al bagno o alla doccia, a indicazioni sulla pulizia corretta delle mani dei chirurghi, all’impiego corretto di antibiotici e disinfettanti. “Prima o poi molti di noi dovranno sottoporsi a un’operazione, ma nessuno vuole contrarre un’infezione sul tavolo operatorio – spiega Ed Kelly, direttore Department of Service Delivery and Safety – applicando queste nuove linee guida i team chirurgici possono ridurre il rischio, migliorare la qualità della vita e dare il loro contributo per fermare la diffusione dell’antibiotico-resistenza”. Non a caso, le linee guida raccomandano l’uso degli antibiotici per prevenire le infezioni solo prima e durante la chirurgia, una misura cruciare contro la resistenza agli antibiotici. Questi farmaci non andrebbero usati dopo l’intervento, come spesso si fa.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie