Superluna: la Luna sarà davvero super?

Nei cieli notturni di questa sera potremo vedere la Superluna, la Luna arriverà nel punto più vicino alla Terra: una distanza di 356508 chilometri e apparirà il 14% più vicina e quasi il 30% più luminosa. In realtà, a quanto equivalgono veramente questi valori percentuali? Si noterà effettivamente una grande differenza rispetto alle altre lune piene? Un differenza c’è, ma non così eclatante.

Perigeo e apogeo. La Luna percorre un’orbita ellittica intorno alla Terra, nel suo moto percorre una traiettoria che la fa allontanare dal nostro pianeta fino a toccare il punto più distante, il cosiddetto apogeo. Il punto più vicino alla Terra è invece il perigeo. Apogeo e perigeo non sono sempre gli stessi, variano entro alcune centinaia di chilometri ad ogni passaggio.

Come si può vedere dall’immagine a lato (cliccarci su per ingrandirla), nel 2006 la Luna è passata dai 350 mila km di minima distanza ai 400 mila di massima distanza dalla Terra. Questa sera, dunque, la Luna passerà nel punto di minima distanza mai registrato dal 1948, ma l’ordine sarà inferiore ai 100 Km. Cioè il 14 per cento più vicina alla Terra vorrà dire circa 60 km più vicina che su una distanza di oltre 350 mila chilometri è ben poca cosa.

La Luna questa sera sarà davvero così super? Mal tempo permettendo, quando la luna apparirà vicino all’orizzonte entreranno in gioco dei fenomeni di illusione ottica, il che rende il nostro satellite naturale di dimensioni eccezionali. Tuttavia, l’illusione accade di frequente quando la luna piena sfiora l’orizzonte. La percezione della luce varia secondo una legge logaritmica, legge di Weber- Fechner (applicata in fisica, psicologia ed economia) questo vuol dire la luminosità che il cervello percepirà sarà nettamente inferiore al più 30 per cento, valore comunque sovrastimato.

E che dire della luna piena. Una luna piena dura teoricamente solo un attimo e quel momento è impercettibile per l’osservazione ordinaria. Immediatamente dopo quell’attimo impercettibile la luna sarà calante anche se ad occhio nudo non sarà possibile notarlo fino a quando la striscia che forma la tipica forma a spicchio non avrà una grandezza rilevante.

La Luna ha ispirato sempre la fantasia dell’uomo, è l’astro più vicino alla Terra, lo si può osservare ogni sera trasformarsi durante le varie fasi che la portano a diventare piena e luminosa. È la regina del cielo, dea, madre amante, simbolo del romanticismo, occhio che brilla nel buio. Sarà per questo che le viene attribuito, dai media, l’appellativo super, ma questa sera di super ci sarà ben poco. Ci sarà di certo un fenomeno fisico interessante.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie