Unione Europea: il cubo di Rubik non è più marchio comunitario

Il Cubo di Rubik non è più un marchio registrato dell’Unione europea, ora tutti potranno imitarlo. Uno dei giochi più famosi del mondo perde il marchio registrato della Comunità europea, un errore di valutazione dell’Euipo secondo la sentenza della Corte di giustizia europea. Ora chiunque potrà imitarlo basterà semplicemente cambiargli nome.

È dal 1999 che il Cubo di Rubik, i cui diritti sono detenuti dalla società britannica Seven Towns, è marchio comunitario tridimensionale, registrazione avvenuta all’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale (Euipo) ed è in questo ufficio che è, secondo la sentenza odierna, è avvenuto l’errore di valutazione.  L’errore di valutazione è dovuto al fatto che il brevetto ha tenuto conto solo della forma cubica e non anche del meccanismo interno del giocattolo.

Il produttore di giocattoli tedesco Simba Toys nel 2006 ha richiesto l’annullamento del marchio in quanto il cubo di Rubik poteva essere tutelato solo sotto l’aspetto tecnico del meccanismo di rotazione che può essere brevettato, ma non tutelato come marchio registrato. La richiesta della società tedesca è stata rifiutata, questa si è poi rivolta al Tribunale europeo che a sua volta ha dato parere negativo.

Quindi Simba ha impugnato la sentenza davanti alla Corte di giustizia dell’UE. La Corte ha infine dato ragione al produttore di giocattoli tedesco affermando che sia il Tribunale che l’Euipo hanno sbagliato la valutazione delle caratteristiche essenziali della forma cubica, perché “avrebbero dovuto prendere in considerazione anche elementi funzionali non visibili del prodotto rappresentato da detta forma, quali la sua capacità di rotazione“.

A questo punto chiunque nel mondo potrà produrre un proprio cubo di “Rubik” chiamandolo in modo differente. Dunque, Seven Towns potrà rifarsi solo sul brevetto del meccanismo di rotazione se dovesse essere imitato da altre aziende, probabilmente un danno che la società britannica non si aspettava di ricevere.

Segui Impronta Unika su Facebook

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie