YouTube: è lotta aperta ai troll professionisti con il nuovo aggiornamento

YouTube entra in campo per combattere i troll. La battaglia è di quelle epiche perché su Internet e in particolare sul sito di video per eccellenza, secondo per ricerche solo a Google Search, i commenti di chi cerca di infiammare gli animi sono tantissimi senza contare chi fa della mala educazione uno status symbol. Per questo il sito di proprietà di Google ha proposto alcune novità nella sezione commenti.

La novità è rivolta ai creatori e a chi li segue. Questi ultimi saranno in grado di segnalare commenti inappropriati o quelli che possono essere messi in evidenza perché validi o perché se ne condivide il pensiero. I commenti creano una connessione tra il creatore di contenuti, lo Youtuber, e chi lo segue creando una vera e propria community.

Dunque, i commenti svolgono un ruolo chiave nella crescita di questa connessione, per questo per combattere i cosiddetti troll YouTube ha implementato nuove funzionalità per i commenti, tra cui:

  • Pin dei commenti: promuovere un commento specifico da appuntare sulla parte superiore del feed. Questo consente di evidenziare il grande impegno dai tuoi fan o condividere informazioni con il pubblico.
  • Cuori dai Creator: i creatori possono segnalare i commenti preferiti dando un cuore. Questo è un modo nuovo per riconoscere i commenti positivi della comunità.
  • Il nomi utente dei Creator: quando si commenta sul canale, il nome utente dello Youtuber sarà diverso da quello degli altri utenti.

Si potrà modellare anche il tono delle conversazioni su YouTube. Tra gli strumenti a disposizione la possibilità di scegliere dei moderatori, persone di fiducia a cui è consentito rimuovere i commenti inappropriati del pubblico. Bloccare parole e frasi da inserire in una blacklist che richiedono l’approvazione prima della pubblicazione. Una nuova funzione beta consente di mettere in revisione i commenti potenzialmente inappropriati.

Si tratta di un algoritmo in grado di leggere i commenti e nasconderli se ritenuti inappropriati, sarà poi il proprietario del canale a decidere se approvare, nascondere o segnalare questi commenti. L’algoritmo non sarà sempre preciso, probabilmente anche dopo la fase beta, ma può essere comunque un ulteriore aiuto per quei canali che hanno molti commenti.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie