Ciclone Sirte scatena l’inverno, nella settimana di Natale neve fino in pianura

L’alta pressione che sta dominando l’Italia da parecchi giorni ha ormai le ore contate: da domani, lunedì 19, arriverà dall’Africa il ciclone della Sirte che scatenerà l’inverno in molte regioni della nostra penisola. Il cosiddetto ‘Ciclone di Natale’ – fa sapere la redazione del sito ‘iLMeteo.it’ – inizierà ad influenzare il tempo sulle due isole maggiori e Calabria ionica per poi raggiungere le altre regioni italiane.

Tuttavia, a seconda dello spostamento della bassa pressione, potrebbero verificarsi differenti scenari. “L’evoluzione è ancora da inquadrare completamente – spiega Antonio Sanò, direttore e fondatore de ‘iLMeteo.it’ – infatti, a seconda di come si sposterà il ciclone, alcune regioni potranno essere più colpite rispetto ad altre”.

Al momento l’ipotesi più plausibile sembra essere il passaggio del ciclone verso il mare Adriatico. “Una volta che il ciclone si è posizionato sul mar Tirreno – spiega la redazione de ‘iLMeteo.it’ – potrebbe spostarsi verso il mare Adriatico, centrandosi prima sul Centro Italia, ossia in una sua normale evoluzione verso oriente, anche se la meno probabile. In questo caso, le precipitazioni raggiungerebbero anche il Nordest, specie il Veneto e ancora l’Emilia Romagna. Con questo spostamento però, il ciclone pescherebbe aria ancora più fredda dai settori orientali, per cui la neve cadrebbe copiosa sul Veneto e l’Emilia Romagna, anche in pianura”.

In Piemonte sta per cedere l’alta pressione che ha dominato le ultime due settimane, con nebbia fitta in pianura e aria molto inquinata. E’ in arrivo – spiegano le previsioni meteo di Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale, ndr) – un “brusco peggioramento” che all’inizio della settimana di Natale porterà neve fino in pianura. La quota è prevista tra i 300 e i 700 metri di altitudine nell’Astigiano e nel Cuneese, a 7-800 metri nelle altre province.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie