Difficile staccarsi dal Galaxy Note 7, in giro ce ne sono più dell’LG V20

Il Samsung Galaxy Note 7 è difficile da lasciare andare, ci sono ancora molti phablet dell’azienda sudcoreana in giro per il mondo, più di quanti siano gli LG V20. Nonostante gli aggiornamenti che limitano l’uso del Note 7, chi lo possiede non sembra aver intenzione di restituirlo.

Apteligent ha rilasciato il rapporto per il lancio di nuovi dispositivi di punta Android nella seconda metà del 2016. L’aspetto più evidente è che in un anno un nuovo Samsung Note sbaragli i concorrenti con un picco di vendite al momento del lancio. Quest’anno al boom iniziale è seguito un altrettanto rapido declino a seguito del richiamo globale a causa delle esplosioni del phablet.

Anche se Samsung afferma che solo il 7 per cento dei Note 7 rimangono ben custoditi nelle mani dei proprietari, sono comunque numeri superiori all’LG V20 lanciato nel mese di ottobre. Anche se il V20 è un phablet di tutto rispetto sembra che i clienti non sono molto interessati e non è il solo, altri esempi sono il OnePlus 3T e l’HTC Bolt venduto in esclusiva da Sprint (operatore mobile USA).

Si possono trarre ulteriori utili informazioni dal grafico. I numeri di vendita del Sony Xperia XZ suggeriscono che c’è ancora mercato per i dispositivi con display aventi diagonali non eccessive. L’Xperia XZ ha una diagonale da 5,2 pollici. Le vendite dei Pixel di Google, non paragonabili ai numeri del Note 7, sono in costante aumento dal momento del lancio e considerando che ancora non sono disponibili a livello globale.

Perché questo è importante: se questa tabella si traduce in scarse vendite del V20 o nella presenza ancora di tanti Note 7, la notizia non è positiva per LG. Il produttore sudcoreano LG dovrebbe riflettere molto sulle proprie scelte dopo il deludente G5 e lo scarso interesse verso il suo phablet di punta seppure con lo schianto del Note 7.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie