Regno Unito autorizza fecondazione assistita con DNA di tre genitori

In Gran Bretagna è stato autorizzato il concepimento di un bambino da tre genitori. Dopo averla approvata nel febbraio del 2015 la legge è stata sottoposta al comitato bioetico britannico che ora l’ha autorizzata. La tua tecnica permetterà di concepire bambini senza Che gli venga trasmessa alcuna malattia ereditaria presente nel DNA mitocondriale.

Il Regno Unito è il primo paese ad autorizzare questa nuova procedura anche se è stata già applicata in Messico nel mese di aprile di quest’anno dove è venuto alla luce il primo bambino con il DNA proveniente da tre genitori.

La madre del nascituro, che ora ha 8 mesi, ha la sindrome di Leigh, una malattia mortale che colpisce il sistema nervoso in via di sviluppo e che ha causato la morte dei primi due figli. I geni della malattia risiedono nel DNA dei mitocondri, questi  forniscono energia alle nostre cellule e trasportano 37 geni materni.

Presso la New Hope Fertility Center a New York City, il dottor John Zhang e il suo team hanno lavorato sul metodo “a tre genitori” differente da quello autorizzato in Inghilterra. Il metodo approvato nel Regno Unito si chiama trasferimento pronucleare e coinvolge la fecondazione sia della cellula uovo della madre che della donatrice con lo sperma del padre. Questa tecnica richiede la distruzione di due embrioni e la coppia giordana aiutata dal dottor Zhang era contraria per cui è stato adottato un approccio differente chiamato trasferimento nucleare.

Questa tecnica dunque non solo è fattibile, ma è anche possibile impiegarla in modi diversi. La tecnica, che permette a genitori con rare mutazioni genetiche di avere figli sani, è stata legalmente riconosciuta solo nel Regno Unito, ma non è stata accettata in modo univoco.

Tra le critiche quella di aprire la strada ai neonati creati su misura o come denuncia Human Genetics Alert “bebè su misura” di cui si potrà scegliere il colore degli occhi, dei capelli, l’aspetto in generale, la propensione allo sviluppo di una particolare capacità. Tra i contrari anche gli ambienti clericali, cattolici e anglicani, che pongono l’accento sulle conseguenze etiche e sociali di un bambino che avrà tre genitori quantomeno dal punto di vista del DNA.

La donazione mitocondriale offre una reale opportunità di curare una classe di condizioni ereditarie potenzialmente devastanti e porterà speranza a centinaia di famiglie colpite nel Regno Unito“, ha detto Dagan Wells, professore presso il centro di ricerca biomedica dell’Università di Oxford.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie