Whatsapp uccide gli SMS, Agcom conferma

Whatsapp e app simili hanno di fatto sterminato gli SMS a confermarlo uno studio di Agcom. Il numero di SMS inviati nel 2016 è calato del 75 per cento rispetto al 2012, anno in cui gli Short Message Service hanno raggiunto il picco massimo.

Gli SMS sono sorpassati, sono ormai solo un vecchio sistema di comunicazione che quasi più nessuno utilizza nonostante le compagnie telefoniche cerchino in tutti modi di tenere in vita. Ma la tecnologia, come si sa, non conosce sosta e continua ad avanzare, a volte in modo molto veloce come in questo caso.

Come si può leggere sulle pagine dell’Agcom: “Interessante il dato relativo agli sms inviati da inizio anno (17,8 miliardi): “cannibalizzati” da nuove applicazioni di comunicazione, in particolare Whatsapp, si sono ridotti del 27,7% rispetto allo stesso periodo del 2015 e di oltre il 75% rispetto al livello massimo raggiunto nel 2012 (72,2 miliardi)“.

Per avere un ordine di idee su quanto sia stata pesante la perdita in fatto di numero di messaggi di testo, a metà 2004 il volume di traffico era pari a 500 miliardi di SMS. Una crescita impressionante se si pensa che solo quattro anni prima gli SMS inviati erano solo 17 miliardi.

Di certo Whatsapp ha un ruolo importante nella dipartita dei “messaggini“, ma è non la sola. Altra applicazione complice è certamente Messenger e le altre come Telegram. Whatspp e Messenger, entrambe di Facebook che nel corso dell’anno ha anche unito i dati degli utenti forniti alle due applicazioni e per questo sta avendo qualche guaio con l’Antitrust.

Ma, se nel caso di Messenger occorre essere utenti di Facebook, nel caso di Whatsapp occorre solo avere un numero di telefono. Il motivo per cui gli SMS, ormai gratuiti in quasi tutti i piani degli operatori telefonici, sono usciti sconfitti dalla lotta con le app di messaggistica è quanto mai chiaro ed evidente.

Gli SMS sono messaggi di testo, con Whatsapp e simili è possibile inviare immagini, ora anche GIF, video, messaggi vocali, effettuare chiamate e videochiamate. Insomma, non c’è paragone tra i due sistemi, gli SMS hanno fatto il loro corso ed è vicino l’arrivo dell’ultimo messaggio inviato.

Condividi questo articolo: 

AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie