Ecco la prima immagine del Samsung Galaxy S8: novità e dettagli

Il Samsung Galaxy S8 viene mostrato in una prima foto reale da evleaks. Per la prima volta si vede il dispositivo nella sua interezza, fronte e retro, confermando tutti i rumors trapelati fino ad oggi. Sarà presentato il 29 marzo in contemporanea a Londra e New York.

Dall’immagine si vede che design e form factor seguono la strada intrapresa con il Galaxy S8 due anni fa. Sono diversi, però, i cambiamenti. Nella parte anteriore non c’è più il tasto fisico centrale spostato nella parte posteriore accanto alla fotocamera. Due i dispositivi che saranno presentati a New York, uno con diagonale da 5,8 pollici e l’altro con diagonale del display da 6,2 pollici e, al momento, sembra siano solo queste le differenze tra i due.

Diagonali maggiori pur mantenendo le dimensioni tipiche di uno smartphone (o poco più largo) sono dovute alla superficie del display che ricopre tutta la parte anteriore del dispositivo con un rapporto corpo/display pari al 90 per cento. Le dimensioni sono tali da definire un nuovo rapporto sulle proporzioni di 18,5:9 come visto anche sull’LG G6 (18:9). Secondo evleaks i display Super AMOLED dei due device avranno una risoluzione QHD e avranno 4GB di RAM con 64GB di memoria interna espandibile tramite microSD da 200GB.

I processori, realizzati con tecnologia a 10 nm, saranno lo Snapdragon 835 e l’Exynos 8895 (quest’ultimo arriverà in Europa) con migliori prestazioni in grado di superare il Galaxy S7 in velocità (11%), con elaborazione grafica del 23 per cento più veloce, ma ancora il 20 per cento più efficiente a livello energetico.

Nonostante le dimensioni dei display la batteria del Galaxy S8 avrà una capacità di 3000 mAh, mentre il Galaxy S8 Plus sarà dotato di una batteria da 3500 mAh. Viste le ampie dimensioni del display potrebbero essere messe a dura prova e la durata potrebbe essere uno dei talloni d’Achille dei due nuovi Galaxy S. Sul bordo inferiore, dall’immagine, è visibile la presenza del jack da 3,5 mm che molti rumor avevano dato per assente come sugli ultimi iPhone 7. In realtà è presente anche se guardando solo il bordo inferiore la somiglianza con gli smartphone Apple è lampante.

La fotocamera posteriore rimane quella da 12 MP già vista sull’S7 con alcuni miglioramenti sulla focale (f/1.7) e una nuova funzionalità di ricerca visiva, con icone che appaiono sullo schermo, che permette all’utente di indicare il tipo di ricerca da eseguire (ricerca OCR sul web su di testo fotografato, per esempio, o una ricerca per lo shopping nelle vicinanze).

La fotocamera posteriore è migliorata passando da 5 a 8MP con la stessa capacità di scanning dell’iride che ha debuttato sullo sfortunato Galaxy Note7. Tra le altre caratteristiche dei Galaxy S8 ci sono diverse nuove funzioni quali, ad esempio, la possibilità di collegare i telefoni ad un monitor per una visualizzazione desktop di Android che può essere controllato tramite tastiera e mouse, una sorta di Continuum di Microsoft, chiamato Samsung DEX – richiede un optional, una dock HDMI.

Un altro è la versione di Samsung del Google Assistant (e Siri di Apple), noto come Bixby. Si dice sia in grado di gestire comandi più complessi dei suoi concorrenti, viene avviato da un pulsante dedicato sul lato dei dispositivi. Infine, arriva anche sui Galaxy il force touch, con la parte inferiore del display presumibilmente in grado di distinguere tra i diversi tipi di pressione dello schermo.

Il Galaxy S8 e il Galaxy S8 Plus saranno presentati a New York (e Londra) il 29 marzo e un mese più tardi, il 21 aprile saranno messi in vendita. Il prezzo di lancio sarà di 100€ superiore ai modelli del 2016 per cui per il Galaxy S8 il prezzo sarà presumibilmente di 799€ e del Galaxy S8 Plus di 899€. Dopo i fatti clamorosi che hanno portato al ritiro del Galaxy Note 7, Samsung vuole testare bene i dispositivi prima di metterli in vendita ecco perché salterà il consueto appuntamento con il MWC di Barcellona dove pare che pochi eletti potranno avere un’anteprima esclusiva del Galaxy S8.

Condividi questo articolo: 




AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie