Igiene e risparmio in bagno: come funziona lo scopino ecologico Wizzo

La voce di spesa legata ai consumi domestici di acqua rappresenta una delle più impegnative per il bilancio familiare, specie quando si prendono in considerazione i nuclei più numerosi. Il bagno, in particolare, è la stanza in cui si concentrano gli sprechi maggiori. Tuttavia, se da un lato docce rapide e rubinetti chiusi mentre si spazzolano i denti rappresentano buone norme da rispettare con costanza, dall’altro va detto che è impossibile evitare i consumi che garantiscono l’igiene di questo ambiente.

Lo scarico del WC, specie nel caso dei vecchi impianti, privi dei tasti differenziali (flusso completo/flusso parziale) da solo è responsabile di buona parte dei consumi casalinghi. Da qualche tempo, sul mercato ha fatto il suo debutto un nuovo accessorio per il bagno che, in un colpo solo, promette igiene, risparmio e rispetto dell’ambiente: si tratta di Wizzo, lo scopino per il WC ad acqua compressa.

In questo articolo, vogliamo analizzare le caratteristiche di questo curioso prodotto, che tuttavia sembra avere le potenzialità per cambiare le nostre abitudini e migliorare la salubrità di una stanza tanto importante della casa, con un investimento davvero minimo.

Wizzo nasce dall’esigenza di escogitare una soluzione efficace per provvedere alla pulizia del WC dopo il suo utilizzo, senza ricorrere al tradizionale scopino; in effetti, pur essendo presente in tutti i bagni del mondo, questo oggetto ha due importanti difetti: si tratta di un accessorio assolutamente antigienico e, inevitabilmente, di un coacervo di impurità e germi pericolosi per la salute; in più, la sua efficacia nel rimuovere lo sporco è limitata e non di rado occorre azionare due o più volte lo scarico del WC per essere sicuri di aver davvero pulito superfici e setole dello scopino.

Una buona alternativa è rappresentata dal cosiddetto idroscopino, un piccolo erogatore con tubo telescopico e rubinetto da installare nelle vicinanze del WC, che consente di provvedere alla sua pulizia con un getto d’acqua. L’idroscopino a muro è funzionale, ma presenta diversi inconvenienti, tra cui l’oneroso costo di installazione e gli inevitabili sgocciolamenti che rischiano di rovinare i rivestimenti del bagno.

Nel dare vita a Wizzo, i progettisti della Wess Italia hanno escogitato una soluzione che permettesse di unire la praticità dello scopino tradizionale all’efficacia dell’idroscopino, creando un accessorio dall’aspetto elegante, ma dai costi accessibili.

Esteriormente, Wizzo è molto simile ad uno scopino per il WC tradizionale, ma il suo meccanismo d’azione risulta completamente diverso.

Il corpo di Wizzo è rappresentato da un elemento cilindrico, alto e sottile, che ad un capo presenta un ugello erogatore e, all’altro, un’asta telescopica con un pomello sferico, che funge da impugnatura. È propria questa sorta di “lancia” che, una volta azionata, sprigiona un getto d’acqua ad alta pressione, che con precisione elimina le impurità dalle superfici interne del WC. Quando non viene utilizzato, l’erogatore di Wizzo va riposto nella sua basetta, realizzata in materiale plastico e dalla forma svasata, che non funge solo da supporto, ma anche da contenitore per l’acqua necessaria per le ricariche. Il peso complessivo di Wizzo è molto contenuto (circa 0,3 kg) e i materiali resistenti e anticorrosione assicurano senza dubbio una buona tenuta nel tempo.

Design e colori – La scelta dell’arredo e degli accessori per i bagni moderni non impone solo attenzione alla funzionalità e all’ottimizzazione delle risorse, ma anche cura del dettaglio e ricerca di soluzioni decorative e al tempo stesso discrete. Per essere certi di ottenere un oggetto gradevole dal punto di vista estetico e in linea con i trend del momento dell’arredo interni, Wess Italia ha collaborato con lo studio architettonico di David Mussetti, che a lungo ha lavorato per elaborare forme che garantissero maneggiabilità ed eleganza.

Lo stile minimalista di Wizzo si adatta bene a stanze da bagno dall’aspetto semplice e spartano, ma anche agli ambienti più ricercati, con rivestimenti in parquet o grès porcellanato. Compattezza e dimensioni contenute rendono Wizzo un accessorio molto discreto, ma al tempo stesso gradevole e decorativo anche quando sistemato in bella vista. La Wess Italia fa sapere di essere all’opera sul lancio di nuove varianti di Wizzo che, pur conservando il medesimo meccanismo di azione, presenteranno nuove palette cromatiche e anche materiali più ricercati per le versioni deluxe.

Ma come funziona esattamente?
Il video presente sul sito ufficiale di questo innovativo scopino per il WC ecologico mostra i semplici gesti con cui è possibile rimuovere tutto lo sporco dal sanitario in modo igienico e senza sprecare acqua.

Prima di ogni utilizzo, Wizzo si ricarica da solo di acqua, semplicemente schiacciando verso il basso il pomello presente nella parte superiore dell’asta. La ricarica è completa quando l’asta scorrevole giunge a fine guida: a questo punto, basta impugnare la lancia erogatrice come se fosse la pompa di una bicicletta e premere lo stantuffo per azionare il getto pulente. In un attimo, qualsiasi residuo viene rimosso dalle pareti interne del WC e portato via dal flusso dello scarico.
La forza del getto e il calibro ridotto dell’ugello garantiscono l’assenza di schizzi durante l’utilizzo e permettono di raggiungere anche i punti più nascosti del sanitario.

Dopo l’uso, Wizzo può subito essere riposto perché non richiede alcun tipo di pulizia.
L’unico accorgimento riguarda il riempimento della base/serbatoio: ogni 10 – 12 utilizzi circa, occorre colmare d’acqua il contenitore, che può essere posizionato direttamente sotto al rubinetto del lavandino.

Wizzo è disponibile per l’acquisto online sull’e-shop dedicato: Wizzo.eu . Dopo aver completato la veloce procedura di registrazione, l’utente deve solo selezionare il numero di articoli desiderati e scegliere la combinazione di colori preferita tra quelle proposte. L’ordine viene recapitato direttamente all’indirizzo indicato dall’utente e per il pagamento è possibile usufruire di molteplici modalità sicure, dal contrassegno al sistema PayPal.

La garanzia ha una durata pari a 24 mesi e sul portale sono riportate tutte le indicazioni utili per mantenere Wizzo sempre in piena efficienza. Nel caso in cui il prodotto non dovesse soddisfare le proprie aspettative, è possibile effettuare il reso entro 14 giorni dall’acquisto.

Sostituire il vecchio scopino con un sistema come Wizzo può sembrare una scelta di scarsa rilevanza, eppure questo semplice accessorio contribuisce a rendere più salubre uno degli ambienti più importanti della casa e a facilitare un compito che inevitabilmente tutti noi ci troviamo ad affrontare nel quotidiano, rendendolo più rapido e meno dispendioso.

Condividi questo articolo: 




AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie