Influenza: 2 milioni di ammalati a causa della mutazione genetica del virus

Cresce il numero di ammalati costretti a letto per l’influenza che ha colpito in modo pesante a causa della mutazione genetica del virus. Secondo il rapporto Influnet, che presenta i risultati nazionali e regionali relativi alla sorveglianza epidemiologica dell’influenza dell’Istituto superiore di sanità, sono quasi due milioni gli influenzati.

Nella settimana che va dal 26 dicembre al primo gennaio si sono ammalati 614 mila italiani. L’incidenza settimanale delle sindromi influenzali continua ad aumentare, l’incidenza è di 10,12 casi per 1000 assistiti. Cresce ancora il numero dei casi alimentato maggiormente dalle classi di età pediatrica, ma anche dagli adulti e dagli ultrassessantaquattrenni. In quest’ultima classe di età, infatti, l’incidenza è raddoppiata rispetto alla settimana precedente.

Nella fascia di età 0-4 anni l’incidenza è pari a 27,60 casi per mille assistiti, nella fascia di età 5-14 anni a 14,19, nella fascia 15-64 anni a 9,28 e tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni a 6,34 casi per mille assistiti. La curva epidemica delle sindromi influenzali anticipa l’ascesa rispetto alle precedenti stagioni. Per il calcolo delle soglie epidemiche è stato utilizzato il metodo Moving Epidemic Method (MEM) sviluppato dall’ECDC che permette di stimare l’inizio, la durata e l’intensità dell’epidemia in ogni stagione influenzale. I più piccoli risultano ancora i più colpiti, però bisogna fare attenzione anche agli anziani con gli over 64 che hanno raddoppiato l’incidenza rispetto alla settimana precedente. L’influenza 2016 – 2017 è più aggressiva, ma perché?

Sono tre i virus che circolano. Uno di questi, famoso per la pandemia del 2009, l’H1N1, non è mutato; sono mutati, invece, i virus Hong Kong e Brisbane rispetto a quelli dello scorso anno per questo più pericolosi. La popolazione è indifesa verso virus mutati perché non ha le difese immunitarie necessarie a combatterlo. Per questo i medici consigliano la vaccinazione, più sono i casi di influenza maggiore è la possibilità di casi gravi, soprattutto tra i soggetti a rischio.

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie