Meningite, a Prato ragazza ricoverata in terapia intensiva

Una ragazza di 20 anni residente a Prato è ricoverata in terapia intensiva all’ospedale di Prato per un caso di meningite di tipo C. Anche le analisi del laboratorio Meyer lo hanno confermato. L’allarme è scattato – come riporta NotiziediPrato.it – nella tarda serata di ieri, 31 dicembre. La giovane é stata portata al pronto soccorso con evidenti sintomi della malattia. Da qui il trasferimento in rianimazione.

I sanitari hanno sospettato subito che si trattasse di sepsi da meningococco ed hanno immediatamente sottoposto la paziente ad adeguata terapia. Il Servizio di Igiene e pubblica e della nutrizione del Dipartimento di Prevenzione ha prontamente attivato tutte le procedure per la profilassi e sta sottoponendo, già dalle prime ore di questa mattina, a copertura antibiotica i familiari e le persone che nei 10 giorni precedenti all’esordio dei sintomi della paziente hanno avuto contatti stretti e ravvicinati con la ragazza. E’ in corso l’indagine epidemiologica per ricostruire i luoghi frequentati dalla ragazza, sempre nel periodo di 10 giorni dall’esordio dei sintomi.

Dall’inizio del 2015 in Toscana sono 61, con quello pratese, i casi di meningite da meningococco C: 31 nel 2015, 29 nel 2016. Nel 2015, i casi di meningite notificati sono stati complessivamente 38: 31 da meningococco C, 6 B, 1 W, 1 non noto. Nel 2016, ad oggi i casi notificati sono 38: 29 di ceppo C, 6 B, 1 W, 1 X, 1 non tipizzabile. Tra questi, non sono compresi i casi di meningite pneumococcica, patologia che non può essere messa in relazione con i casi di meningite di tipo B o C registrati negli ultimi mesi in Toscana. Nel 2015 sono morte sette persone: sei che avevano contratto il ceppo C e una per il ceppo B. Nel 2016 sono morte sette persone, tutte per il ceppo C. Dall’inizio della campagna vaccinale straordinaria (fine aprile 2015) al 30 novembre 2016, sono state somministrate in totale 735.865 vaccinazioni.

Condividi questo articolo: 

AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie