In arrivo la mutua per cani e gatti

Anche i nostri fedeli amici a quattro zampe hanno diritto a vaccinazioni, visite di controllo e pronto soccorso gratuiti come gli esseri umani. Parte anche in Italia un nuovo sistema mutualistico di tutela della salute e del benessere per i cani e i gatti. L’iniziativa è della Mutua italiana assistenza sanitaria (Mias) che propone ‘Dottor Bau & Dottor Miao’, in partnership con FareAmbiente – Movimento ecologista europeo ed EuropAssistance. Un’iniziativa privata che guarda anche al sociale. E’ infatti previsto uno sconto del 50% della quota associativa per i padroni che hanno l’esenzione dal ticket.

“Si tratta di una serie di garanzie e di sussidi sanitari erogati all’associato in caso di ricovero del cane e o gatto. Abbiamo studiato tutta una serie di garanzie – spiega Claudio Andrea La Rosa, presidente della Mias, che presenterà la novità l’8 febbraio a Roma – Come ad esempio ‘Per Sempre’, dove ci rendiamo garanti tramite la struttura qualificata delle Guardie ecozoofile di FareAmbiente nel trovare una sistemazione adeguata all’amico pet in caso di decesso o inabilità del suo padrone”.

“Gli animali ci fanno star meglio – continua La Rosa -. Adottare un cane o un gatto non deve essere considerato un lusso, ma un valore sociale. Oltre il 55% delle famiglie italiane ha adottato un animale domestico, direi che basta questo dato strabiliante per chiarire e comprendere l’importanza e la funzione sociale di questo rapporto. I benefici economici, sociali e sulla salute che ne conseguiranno sono evidenti, tanto da poterli considerare veri e propri ammortizzatori sociali; le ultime ricerche, infatti, parlano di oltre 4,5 miliardi di risparmio sui servizi erogati dal servizio sanitario”.

Attualmente, conclude il presidente del Mias, “abbiamo un aggravio sui costi con l’Iva al 22% sia per quanto riguarda i prodotti alimentari sia per quanto riguarda le visite veterinarie, cosa che penalizza soprattutto le fasce più deboli economicamente o con problemi sanitari, che fanno magari del rapporto con il proprio animale domestico una vera e propria ragione di supporto affettivo ed emotivo. Proprio per questo – conclude – abbiamo deciso, con una iniziativa che ci rende orgogliosi, che l’associato esente dal ticket sanitario potrà aderire a condizioni di assoluto favore alla stessa con uno sconto della quota associativa anche del 50%”.

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie