Crollano le mura della Villa Medicea al Poggio a Caiano, grave danno al patrimonio artistico

Gravissimo danno al patrimonio artistico. A Poggio a Caiano durante la notte i vigili del fuoco hanno messo in sicurezza l’area della villa medicea dove ieri notte si è verificato un crollo in seguito alle forti piogge. L’intervento dei pompieri è terminato alle 4 di questa mattina. La ricerca avviata, per precauzione, con i cani del nucleo cinofili ha dato esito negativo. Le mura crollate, su via Lorenzo Il Magnifico, hanno travolto quattro auto in sosta che sono state distrutte. La porzione interessata dal crollo è lunga almeno 20 metri. La vicepresidente Monica Barni insieme al sindaco Marco Martini, farà un sopralluogo al muro della Villa Medicea.

Secondo i testimoni sul posto il movimento franoso non si è fermato e rischia di coinvolgere anche il tratto restante delle mura. Tutti e quattro i lati del perimetro della villa risultano pesantemente infiltrati dall’acqua e sono considerati a rischio. L’area è stata transennata. I vigili del fuoco e i carabinieri hanno effettuato alcune verifiche alle auto schiacciate dalla valanga venuta giù dal terrapieno e la presenza di persone all’interno dei mezzi sembra esclusa anche perchè buona parte dei proprietari erano presenti sul posto.

“Strutture come quelle della villa medicea di Poggio a Caiano hanno problemi loro, ma quanto è accaduto a causa di questo incredibile maltempo era assolutamente imprevedibile”. e’ quanto ha dichiarato il direttore del polo museale della Toscana Stefano Casciu commentando il crollo del muro della villa medicea. “I nostri tecnici – ha aggiunto – sono al lavoro da ore per la messa in sicurezza dell’area e il Mibact ci ha già assicurato che ci sarà il massimo supporto economico per le operazioni di ripristino, che condurremo in collaborazione con la Sovrintendenza sotto cui ricade la tutela del bene”. La villa medicea a Poggio a Caiano fu commissionata da Lorenzo Il Magnifico, come residenza privata, a Giuliano da Sangallo. E’ di proprietà statale e ospita due musei. Tutelata dalla Soprintendenza, è patrimonio dell’Unesco.

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie