Foglia di spinaci trasformata in tessuto cardiaco per ‘riparare’ il cuore

Trasformare una foglia di spinaci in tessuto cardiaco funzionante artificiale, o meglio ‘vegetale’. E’ il copolavoro svolto da un team di rivervatori del Worcester Polytechnic Institute americano, è descritta su ‘Biomaterials’ e da lì le immagini della ‘foglia-cuore’ rimbalzano sulla stampa britannica. Trasformare la pianta, con le sue delicate venature, in tessuto umano potrebbe infatti consentire di vascolarizzare il nuovo tessuto e utilizzarlo per ‘riparare’ il cuore. I ricercatori spiegano di essere sulla strada buona per ricreare la sottile rete di vasi che porta il sangue al cuore.

Il team di Worcester suggerisce che questa tecnica potrebbe essere usata per coltivare strati di muscolo cardiaco sano, per trattare i pazienti che hanno subito un infarto. Gli scienziati spiegano: “Lo sviluppo di piante decellularizzate per fungere da ‘impalcature’ apre a un nuovo settore della scienza che investiga sulla mimica tra piante e animali”. Per creare il piccolo cuore artificiale, gli studiosi hanno spogliato le foglie di spinaci delle cellule della pianta, inviando fluidi e microsfere simili alle cellule del sangue umano attraverso le venature della foglia; poi hanno ‘seminato’ le cellule umane utilizzate per ‘foderare’ i vasi sanguigni all’interno.

Per Glenn Gaudette, docente di ingegneria biomedica al Worcester Polytechnic Institute, “abbiamo ancora molto lavoro da fare, ma al momento ciò è molto promettente. Adattare piante che gli agricoltori hanno coltivato per migliaia di anni all’uso in ingegneria tissutale potrebbe risolvere numerosi problemi”, e aprire la strada a nuove branche della medicina e della ricerca.

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie