Pomodoro salva-cuore, migliora pressione e riduce colesterolo

I pomodori sono salutari per il cuore, collaborano alla prevenzione delle malattie cardiovascolari: da solo contribuisce a ridurre il colesterolo, mentre il licopene, sostanza antiossidante di cui è ricco, migliora la pressione del sangue. E’ la conclusione della revisione di 21 studi, condotta dai ricercatori della Northumbria University e pubblicata sulla rivista Atherosclerosis.

In base al volume consumato da ogni singola persona, i pomodori sono la fonte principale di vitamine A e C nella dieta occidentale. Contengono inoltre quantità significative di fibre, β-carotene, ferro, licopene, magnesio, niacina, potassio, fosforo, riboflavina e tiamina. I pomodori sono particolarmente ricchi di licopene, un carotenoide responsabile del loro colore rosso intenso. Si tratta di un potente antiossidante che può risultare molto vantaggioso per il corpo umano: gli antiossidanti distruggono i radicali liberi, responsabili di diverse malattie, presenti nel corpo, e il licopene è dieci volte più efficace nella loro eliminazione della vitamina E.

In particolare lo studio ha verificato i benefici del consumo dei prodotti a base di pomodoro associati agli integratori con licopene (sostanza naturale di origine vegetale) nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. Si è così visto che i prodotti a base di pomodoro hanno ridotto i valori del colesterolo e migliorato alcuni valori di rischio cardiovascolare, mentre gli integratori al licopene agiscono sulla pressione. ”E’ interessante osservare – commenta in una nota Andrea Poli, presidente di Nutrition Foundation of Italy – come gli effetti protettivi del licopene e dei derivati del pomodoro siano complementari e non sovrapponibili tra di loro.

Il pomodoro migliorerebbe il profilo lipidico, ed il licopene (di cui il pomodoro è molto ricco) i valori della pressione sanguigna. Gli alimenti come il pomodoro, e i loro principi attivi purificati, come il licopene, sembrano agire in sinergia nella prevenzione cardiovascolare, ciascuno aggiungendo qualcosa agli effetti protettivi dell’altro”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie