Turismo sostenibile: Legambiente, una nuova forma di economia che si fonda su cultura ambientale

Il turismo oggi è sempre più esperienza di bellezza, condivisione di valori, simbiosi tra chi visita e chi ospita per un nuovo modo di scoprire e vivere i territori del nostro Paese. Legambiente e Centro di Studi Avanzati sul Turismo (CAST) dell’Università di Bologna insieme per promuovere l’ecoturismo. Ambiente, paesaggio, cura del territorio, vivibilità: che si viaggi per piacere, in cerca di pace e relax o per conoscere nuove realtà e vivere avventure insolite, l’ambiente fa la differenza.

Legambiente, da sempre impegnata nel promuovere un turismo di qualità, legato alle eccellenze del territorio e volano di economie sostenibili, ha firmato un protocollo d’intesa con il CAST, Centro di Studi Avanzati sul Turismo dell’Università di Bologna, con l’obiettivo di ampliare e implementare le ricerche e le attività sul turismo sostenibile, per formare operatori specializzati e promuovere tutte le forme di turismo ecologico e responsabile.

“C’è moltissimo da fare su questo fronte – ha dichiarato la presidente di Legambiente Rossella Muroni -, e l’accordo firmato con il CAST dell’Università di Bologna ci permetterà di aumentare e implementare il nostro impegno a favore di un nuovo modo di offrire e praticare esperienze di viaggio, perché il turismo sostenibile è anche una nuova forma di economia che si fonda su cultura ambientale e responsabilità sociale”.

“L’istituzionalizzazione della collaborazione con Legambiente consentirà di consolidare ed ampliare ulteriormente la ricerca in materia di turismo sostenibile – ha aggiunto il direttore del CAST Prof.ssa Alessia Mariotti – un ambito strategico per lo sviluppo del paese, a cui l’Università ha il dovere di contribuire in sinergia con chi, come Legambiente, da tempo lavora sul territorio. Fare ricerca sul turismo e sulle sue implicazioni in un’ottica di sostenibilità, consente di attivare dinamiche di innovazione essenziali allo sviluppo del settore. Il CAST ha come obiettivo quello di promuovere ricerche integrate e transdisciplinari che consentano alle destinazioni e agli operatori di perseguire un modello di sviluppo in cui la pratica turistica diventi anche uno strumento di educazione civica e ambientale.”

Il protocollo firmato tra il CAST e l’associazione ambientalista prevede la realizzazione di studi e ricerche sul turismo sostenibile, la collaborazione scientifica per l’organizzazione di corsi di formazione, master e summer school, attività di sensibilizzazione rivolte al grande pubblico, ma anche alle imprese del comparto turismo e progetti tesi a promuovere l’autoimprenditoria e lo sviluppo di green jobs nel settore dell’ecoturismo.

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie