Coldiretti: grandine come albicocche nel Bolognese, richiesto lo stato di calamità

La grandinata che la scorsa notte ha colpito le campagne bolognesi ha provocato pesanti danni nelle campagne: è quanto emerge da un primo monitoraggio di Coldiretti. I campi sono stati colpiti da grandine grande come “albicocche”, da ovest verso est, con danni agli alberi da frutta che si trovano in piena fioritura, agli ortaggi e a grano e in alcuni casi barbabietole.

La grandinata, non lunga ma piuttosto intensa, ha colpito Bologna e una larga parte della Romagna, il Modenese e il Ferrarese nella sera di domenica, dopo una Pasqua soleggiata. Nel capoluogo emiliano in tanti si sono rifugiati sotto i portici o sono corsi a vedere i danni provocati dai chicchi sulle auto parcheggiate fuori.

Coldiretti si sta attivando per chiedere lo stato di calamità. Nell’area nord-ovest colpiti soprattutto i frutteti, facendo cadere i fiori e in alcuni
casi danneggiando le reti antigrandine: le conseguenze riguarderanno soprattutto la perdita di buona parte della produzione della frutta estiva. A nord-est il territorio è a forte vocazione orticola e cerealicola: colpiti soprattutto gli ortaggi, con la devastazione delle cipolle autunnali, forti danni sulla cipolla primaverile e danni al grano a due mesi dalla raccolta. Danni anche alle barbabietole, in particolare quelle da seme. In alcuni casi danneggiati frutteti e qualche vigneto.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie