G7 Energia a Roma, Wwf lancia la petizione: “Sono l’aria che respiro”

In vista del G7 Energia a presidenza italiana che si terrà lunedì 10 aprile a Roma, il WWF promuove la petizione paneuropea “Sono l’aria che respiro”, in partenariato con European Environmental Bureau, Climate Action Network Europe, Health and Environment Aliiance, BUND Friends of Earth Germany e Sum of Us.

Ogni giorno muoiono in Europa almeno 63 persone per via dell’inquinamento dovuto alle emissioni degli impianti a combustibile. Migliaia di cittadini sono colpiti da asma, o ricevono diagnosi di patologie polmonari e cardiache croniche. Non possiamo permetterci ulteriori ritardi.

La Commissione europea ha avanzato la proposta di fissare degli standard per ridurre le emissioni che gli impianti a combustione devono rispettare; se non si adegueranno saranno costrette a chiudere. Ma la lobby industriale sta facendo molte pressioni sui governi degli Stati chiave in cui sarebbe fondamentale raggiungere la maggioranza dei voti, e c’è il rischio che questa importante direttiva non venga approvata.

Stiamo lanciando una campagna paneuropea per opporci alla lobby industriale e con il potere di tutta la comunità faremo pressione sui ministri dei paesi che hanno un ruolo chiave nella decisione. Li riempiremo di richieste provenienti da cittadini di tutte le parti d’Europa. Faremo pressioni in 6 lingue diverse, anche nella loro lingua d’origine. Ma dobbiamo agire ora, prima che scelgano definitivamente in che modo votare. Chiediamo alla ministra della Salute Beatrice Lorenzin, al ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti e ai ministri UE della Salute e dell’Ambiente un impegno concreto a livello europeo per difendere l’aria che respiriamo. Per aderire alla petzione del WWF per difendere l’aria che respiriamo clicca qui.

Condividi questo articolo: 

AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie