Diabete infantile, torna il progetto “Sono un T1PO”

Spiegare che i bambini con diabete sono uguali agli altri, che non devono sentirsi emarginati a causa della propria condizione e che basta adottare piccole precauzioni per vivere bene. E’ questo l’obiettivo della campagna dell’Associazione Giovani Italiani con Diabete (AGDI) e Lilly per sensibilizzare sul diabete di tipo 1.

Di questa patologia, ne sono afflitti, nel nostro Paese, circa 20 mila bambini e adolescenti e sono tutt’altro che rosee le previsioni giacché che la malattia aumenta di circa il 3% all’anno e si abbassa sempre di più l’età della diagnosi. E se il maggior numero di esordi si manifesta tra i 9 e gli 11 anni, secondo la SID (Società Italiana di Diabetologia) il diabete é diagnosticato a un numero sempre maggiore di bambini al di sotto dei 3 anni. Il Registro Italiano per il Diabete di Tipo 1, inoltre, ha stimato che, se in Italia ogni anno si ammalano 6/7 bambini su 100 mila in un’età compresa tra 0 e 14 anni, (dati SIEDP), nelle Regioni peninsulari se ne ammalano dagli 8 ai 15, con punte di 20 in Sicilia e di 40 in Sardegna.

A tal fine è necessario guidare i piccoli pazienti, i genitori e gli insegnanti in un percorso che li aiuti a conoscere la malattia e a gestirla quotidianamente. Per questo è partita da Napoli e toccherà anche Roma, Firenze, Chieti e Palermo, la campagna “Sono un T1po”, specialisti parleranno della malattia con “l’aiuto” di Coco, una scimmietta con Diabete di tipo 1 protagonista di due brevi fumetti che nascono dalla collaborazione tra la Lilly e la Disney (Disney Consumer Products & Interactive Media con il patrocinio di Siedp (Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica) e Diabete Italia. Insomma, grazie a un gioco, genitori, bambini e insegnanti tratteranno la patologia con naturalezza.

Inoltre, il gioco diventerà anche un momento di aggregazione, per eliminare i pregiudizi e aiutare il bambino a condividere la propria condizione con i compagni e farli sentire “normali”. Spiega Franco Cerutti, Presidente della SIEDP: “Questa campagna è alla sua seconda edizione; già la prima, che abbiamo realizzato qualche anno fa, ha avuto grandissimo successo, per cui si è deciso di replicarla con altre 5 tappe per il 2017. L’iniziativa è perfettamente in linea con tutte quelle della SIEDP, che ha tra i suoi obiettivi principali quello di aiutare i bambini con patologie croniche ad affrontare la vita nel modo più sereno possibile.” Per info. www.sonountipo.it

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie