Il giudice reintegra servizio Uber BLACK in Italia

Il Tribunale di Roma ha accolto il reclamo di Uber contro l’ordinanza del 7 aprile scorso che richiedeva l’interruzione dei servizi di mobilità Uber BLACK. Altroconsumo ha appoggiato il reclamo, convinta sostenitrice della pluralità dell’offerta e di un mercato aperto e regolamentato.

Ivo Tarantino, responsabile relazioni esterne Altroconsumo, dichiara: “Una decisione costruttiva che apre, invece che chiudere allo sviluppo del sistema dei trasporti e della condivisione. Ora il legislatore intervenga con urgenza per aggiornare dopo 25 anni le norme del trasporto pubblico non di linea. I cittadini hanno il diritto di continuare a godere dei benefici della tecnologia in questo settore. Inoltre il giudice sottolinea la completa legittimazione di Altroconsumo ad agire in giudizio in questa circostanza per la tutela dei diritti e degli interessi collettivi degli utenti e dei consumatori. Una conferma che rafforza la nostra azione a favore dell’evoluzione nell’offerta dei servizi al cittadino.”

Altroconsumo sollecita nuovamente il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio chiedendo il coinvolgimento al tavolo delle parti per arrivare all’attualizzazione della legge-quadro sui trasporti: una legge ferma ormai a 25 anni fa, che difende lo status quo, impedisce l’ingresso nel mercato di nuovi operatori e soffoca la concorrenza. Le situazioni di monopolio non hanno mai fatto bene a nessuno, la chiusura nella gestione dell’offerta in mano a pochi non soddisfa il cittadino che chiede accesso, vicinanza ai servizi e prezzi competitivi.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie