La Realtà Aumentata made in Modena a New York, tra i protagonisti di “VentureOut 2017”

Da Modena negli USA, con l’obiettivo di consolidare il percorso di crescita nei mercati internazionali. È un appuntamento importante quello a cui è attesa PIKKART nei prossimi giorni. La startup modenese, prima in Italia – e tra le dodici al mondo – ad aver sviluppato un SDK proprietario per lo sviluppo di soluzioni software in Realtà Aumentata, parteciperà a “VentureOut 2017” (www.ventureoutny.com), programma di accelerazione finalizzato a favorire la crescita delle startup tech a più elevato potenziale di crescita. Un percorso utile, da una parte, per lanciare con successo i propri prodotti sul mercato americano e, dall’altra, per essere introdotti nell’ecosistema del Venture Capital di Manhattan, uno dei più importanti del paese.

Non solo un punto di riferimento, bensì un’opportunità di sviluppo per quanti operano in quest’ambito, la “Grande Mela” è innanzitutto un hub tecnologico – il secondo più importante negli USA, dopo quello californiano – che sostiene ogni anno le migliori startup operative nelle tecnologie avanzate. E lo fa attraverso strumenti utili a: presentare nel migliore dei modi il proprio progetto di fronte ad investitori, siglare accordi commerciali, creare nuovi sbocchi di mercato, se non, in taluni casi addirittura veri e propri nuovi mercati. “Per PIKKART – fanno sapere Lorenzo Canali e Mattia Baroni rispettivamente CEO e COO dell’azienda modenese – rappresenta una significativa occasione per crescere e per approcciarsi al mercato americano. Siamo stati selezionati tra le tante realtà che hanno inviato la propria candidatura. Un risultato già di per sé rilevante e motivante, dato che premia in primo luogo i nostri sforzi e soprattutto il lavoro e la ricerca portati avanti fino ad ora nell’ambito della Realtà Aumentata.”

Per PIKKART, a New York, si profila dunque una settimana intensa tra workshop, seminari e meeting con investitori di settore e potenziali partner, finalizzata ad acquisire le competenze ed i contatti per offrire al mercato americano ed internazionale le proprie soluzioni innovative in Realtà Aumentata (AR). “L’obiettivo sarà quello di far conoscere le nostre tecnologie proprietarie in Realtà Aumentata ai principali player del sistema di Venture Capital di New York: quegli investitori da sempre sensibili alla Realtà Aumentata e, in generale, all’innovazione ed alle nuove tecnologie – dichiarano Canali e Baroni – E quindi stringere con loro importanti partnership, al fine di debuttare sul mercato di settore più grande al mondo: quello americano.”

La trasferta negli USA della startup modenese non si conclude però nella “East Coast”, ma proseguirà nei giorni successivi in Silicon Valley, precisamente a Santa Clara. PIKKART, dopo i positivi riscontri ottenuti lo scorso anno, sia nella città californiana oltre che in Cina e a Berlino, si appresta a ritagliarsi nuovamente un ruolo di protagonista anche in occasione della nuova edizione dell’AWE – Augmented World Expo (www.augmentedworldexpo.com), la più importante kermesse al mondo dedicata alla Realtà Aumentata e tecnologie innovative, in programma dal 31 maggio al 2 giugno prossimi. “L’AWE 2017, dove è previsto l’arrivo di migliaia di visitatori, tra sviluppatori, investitori e potenziali partner, sarà il momento in cui presenteremo le nostre ultime novità. In primo luogo, la nuova versione del framework proprietario (Pikkart-AR SDK), candidato anche agli Auggie Awards, concorso che premia le migliori tecnologie, nella categoria Best Developer Tools, quindi la tecnologia unica di Pikkart-AR LOGO (che già nell’edizione 2016 riscosse forte successo), più evoluta ed ingegnerizzata. Per entrambi i prodotti – chiosano Canali e Baroni – abbiamo provveduto a depositare una domanda di brevetto, a tutela del nostro know-how.”

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie