Medico inglese rischia l’egastolo, asportava seno a pazienti sane per denaro

Ian Paterson, medico di 59 anni, rischia l’egastolo, l’accusa è di aver effettuato decine di mastectomie assolutamente inutili e ingiustificate dopo aver fatto credere a dieci pazienti di essere gravemente ammalate di cancro al seno, esagerando o addirittura inventando i rischi che correvano e falsificando i responsi degli esami a cui erano state sottoposte. Il tutto per accrescere la propria reputazione professionale e, soprattutto, il proprio conto in banca per garantirsi una vita lussuosa.

In passato il Servizio sanitario nazionale aveva già dovuto sborsare 17,8 milioni di sterline per risarcire oltre 250 vittime di Paterson che avevano citato in giudizio il medico per aver effettuato su di loro interventi inutili. E attualmente ci sono almeno altre 600 persone che hanno avviato una causa contro di lui, ma gli avvocati stimano che la cifra finale potrebbe superare quota 1.000. Uno scandalo di portata gigantesca che rischia di costare al Servizio sanitario diversi milioni di sterline.

E che getta ombre inquietanti su omertà e ignavia dell’ambiente in cui si muoveva Paterson: da un rapporto del 2013, infatti, risulta che forti perplessità sul suo operato erano state sollevate da alcuni colleghi del servizio pubblico fin dal 2003, ma i suoi capi avevano deciso di ignorare il problema o, al massimo, avevano adottato provvedimenti inadeguati.

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie