Lorenzin: il decreto vaccino è al Colle, arriva martedì

Il decreto sui vaccini obbligatori “è al Quirinale, arriva martedì, quando ci sarà anche una presentazione tecnico-scientifica per dare le istruzioni alle famiglie e alle istituzioni” su come funzioneranno le novità, compreso il periodo transitorio. Così il ministro della Salute Beatrice Lorenzin in conferenza stampa al Festival Economia di Trento, sottolineando che sul tema “sta prevalendo la mancanza di cultura”. Intanto sono arrivati a 2719 i casi segnalati dall’inizio dell’anno di morbillo in Italia.

Dal primo gennaio 2017 al 28 maggio 2017 quasi tutte le regioni (18 su 21) hanno segnalato casi, ma il 91% proviene da sette: Piemonte, Lazio, Lombardia, Toscana, Abruzzo, Veneto e Sicilia. Il 30 aprile, quindi un mese fa, se ne contavano 1929. L’89% dei casi era non vaccinato e il 6% ha ricevuto solo una dose di vaccino. Il 35% ha avuto almeno una complicanza e il 40% e’ stato ricoverato.La maggior parte dei casi (73%) è stata segnalata in persone dai 15 anni in su; 163 casi avevano meno di un anno di età 220 casi segnalati tra operatori sanitari.

Il morbillo è tra le malattie più contagiose ed è una delle principali cause di morte tra i bambini in tutto il mondo. Circa 400 bambini muoiano di morbillo ogni giorno. Anche i bambini sani e ben nutriti, se non vaccinati, rischiano di ammalarsi e di avere complicanze gravi per la salute come la polmonite, la diarrea e l’encefalite. E’ quanto emerge dal rapporto congiunto lanciato da UNICEF, OMS, CDC e GAVI.

Secondo UNICEF, Organizzazione Mondiale della Sanità, l’Alleanza Mondiale per le Vaccinazioni – GAVI e il Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC), le campagne per le vaccinazioni di massa contro il morbillo e l’aumento a livello globale delle vaccinazioni di routine contro il morbillo, tra il 2000 e il 2015, hanno salvato le vite di 20,3 milioni di giovani.

A livello globale però i progressi non sono stati omogenei. Nel 2015, circa 20 milioni di bambini non sono stati vaccinati contro il morbillo e circa 134.000 sono i bambini morti a causa della malattia. Il 75% delle morti causate dal morbillo avvengono in Repubblica Democratica del Congo, Etiopia, India, Indonesia, Nigeria e Pakistan. In questi stessi Paesi vive la metà di tutti i bambini non vaccinati contro il morbillo.
“Continuare a fare progressi nella lotta contro il morbillo non è una missione impossibile”, ha dichiarato Robin Nandy, responsabile UNICEF per le Vaccinazioni. “Abbiamo gli strumenti e le conoscenze per farlo; ciò che ci manca è la volontà politica di raggiungere ogni singolo bambino, ovunque esso sia. Se non ci sarà un impegno concreto, i bambini continueranno a morire per una malattia prevenibile con soluzioni semplici e a basso costo”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie