Lorenzin: modifica decreto vaccini solo con ok autorità sanitarie

La mia posizione – ha spiegato – è esattamente la stessa avute dopo la conferenza stampa a Palazzo Chigi. Abbiamo presentato un decreto che ha vari aspetti, dal Parlamento mi aspetto tutte le azioni di miglioramento: da parte mia c’è una posizione assolutamente laica rispetto alle azioni di miglioramento del decreto.

L’unico punto che rimane fermo è quello che il decreto non può venire meno agli elementi scientifici che lo hanno messo in campo. Non è un decreto politico, è di politica sanitaria, un decreto tecnico che risponde a bisogni di urgenza per prevenire delle emergenze. Questi bisogni di urgenza ci sono stati indicati dalle autorità sanitarie e scientifiche”. Lo ha precisato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, a margine dell’incontro con la Conferenza delle Regioni.”L’elenco delle vaccinazioni è stato fatto dalle autorità sanitarie e scientifiche: quindi le modifiche al decreto, che sono di tipo sostanziale dal punto di vista scientifico, per me vanno bene solo se sono avvalorate dalle autorità sanitarie”, ha puntualizzato la ministra.

“Leggerò con attenzione gli emendamenti. Uno, quello sull’anagrafe nazionale vaccinale, lo abbiamo già concordato: siamo disponibili subito a mettere risorse del Ministero, la ritengo una cosa molto positiva. Possiamo parlare anche della modulazione delle sanzioni, sul resto devo tenere conto delle indicazioni e delle analisi che faremo con le autorità sanitarie e alle società scientifiche, ma questo lo farò una volta che nelle prossime ore avrò avuto modo di esaminare tutti gli emendamenti”, ha concluso.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie