Mangiare davanti alla televisione fa ingrassare

Spegnere la televisione mentre si mangia è la prima regola per chi vuole dimagrire. Secondo uno studio condotto dall’Università di Massachusetts, le persone che mangiano mentre guardano la tivù assumono tra il 31 e il 74% in più di calorie. Si potrebbe anche aggiungere, in media, che ogni pasto addizionale davanti alla tivù apporta approssimativamente 300 calorie. Ora, considera che almeno il 40% delle famiglie guarda la televisione mentre cena. É chiaro che la tivù è in gran parte responsabile dell’obesità epidemica di cui è vittima l’Occidente e che ti fà aumentare di peso.

Ma una soluzione alternativa c’è. Oltre al fatto di spegnere la Tv: ricordare durante la giornata ciò che abbiamo mangiato all’ora di pranzo. Questo provocherebbe un buon senso di sazietà. Se invece abbiamo troppe distrazioni che ci impediscono di ricordare, sicuramente in seguito mangeremo di più. È un metodo alquanto particolare che dovrebbero imparare – se davvero funziona – oltre le persone che sono a dieta anche quelle che, ahinoi, non hanno molti soldi per sfamarsi. Forse questi ultimi potrebbero dirci se il metodo funziona realmente.

Un’altra  ricerca, condotta dagli scienziati del Macquarie University di Sydney in Australia, ha potuto valutare gli effetti del pasto davanti alla Tv su delle giovani volontarie in sovrappeso. Queste sono state divise in due gruppi. Quelle appartenente al primo mangiavano il cibo mentre guardavano la Tv, le altre mangiavano in totale silenzio e senza distrazioni tecnologiche. Entrambi i gruppi avevano a disposizione venti minuti di tempo per gustare del “sano” cibo spazzatura: coccolata, patatine e coca cola. Dopodiché sono stati invitati ad assaggiare panini, cracker e biscotti.

Il gruppo che aveva guardato la Tv mentre mangiava aveva immagazzinato circa il 50 percento in più di calorie dell’altro gruppo. Quando, infine, è stato chiesto alle donne di ricordare ciò che avevano mangiato (e la quantità) all’inizio dell’esperimento, lo ricordavano bene solo le donne che non erano state davanti alla Tv. Secondo i ricercatori, questo ricordo potrebbe incidere con il senso di sazietà che, infatti, avevano le persone che non avevano mangiato guardando la Tv.

Mangiare davanti alla televisione è diventata negli anni un’abitudine sempre più diffusa, rilevano i ricercatori. Le famiglie scambiano la tavola per il divano, tanto che fra le mura di casa 6 pasti su 10 avvengono a schermo acceso. Su 13 pasti consumati a casa ogni settimana, almeno 8 vengono assunti guardando la tv senza che i commensali si rivolgano parola. Sei persone su 10 sono consapevoli del fatto che mangiare con un sottofondo televisivo sia una prassi in crescita, e ammettono di far parte di chi consuma cibo a schermo ‘on’.

E poco conta che il 57% delle persone dice che preferirebbe mangiare senza tv, più di quanto non faccia ora: spegnerla resta solo un buon proposito che non viene mantenuto. Quattro genitori su 10 raccontano che, dando ai figli la possibilità di mangiare davanti alla tv, la prole non esiterebbe a consumare tutti i pasti in compagnia del piccolo schermo.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie