Meningite tipo C: ricoverato a Firenze ragazzo 26enne, non era vaccinato

Caso di sepsi da meningococco C in un 26enne residente nel territorio fiorentino dell’Asl Toscana centro, studente in un’altra regione ma in visita da diversi giorni presso l’abitazione dei propri parenti. Lo rende noto la stessa Asl spiegando che il caso “è stato notificato ieri”. Il paziente, non vaccinato per meningococco C, e’ attualmente ricoverato all’ospedale di Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri nel Comune di Bagno a Ripoli.

L’unita’ funzionale di igiene pubblica e della nutrizione di Firenze dell’Ausl Toscana centro si e’ attivata immediatamente mettendo in atto tutti gli interventi preventivi necessari, sottoponendo a profilassi farmacologica i contatti stretti emersi dall’inchiesta epidemiologica seguendo le indicazioni della Circolare del Ministero della Salute sulla “Prevenzione e controllo delle malattie batteriche invasive prevenibili con vaccinazione” del 9 maggio 2017. Le condizioni di salute del giovane ventiseienne sono pressoche’ stabili, in lieve miglioramento rispetto alla giornata di ieri.  Nel 2017 risultano, registrati nel sistema di sorveglianza della Regione Toscana 6 casi di meningococco C, di cui: 1 C a Pistoia, 2 C a Pisa, 2 C a Livorno, 1 C a Firenze. Negli anni 2015-2016 in Toscana si sono registrati complessivamente 61 casi di meningococco di tipo C.

Si rinnova l’appello ad aderire alla campagna vaccinale contro meningococco C della Regione Toscana che offre la vaccinazione gratuitamente a tutti i residenti dell’Asl Toscana centro, ricordando “che è la misura più efficace per ridurre il rischio di diffusione delle infezioni trasmesse dalle malattie batteriche invasive da meningococco C, poiché assicura una protezione diretta del vaccinato, ma anche indiretta, nei confronti della popolazione generale in quanto riduce la circolazione del batterio anche negli eventuali portatori”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie