Prato, nuovo caso di meningite tipo B, ragazza di 18 anni in prognosi riservata

Nuovo caso di meningite a Prato. Nel tardo pomeriggio di ieri, 29 giugno, una ragazza di 18 anni originaria dell’est Europa, residente a Prato, è stata portata al pronto soccorso con evidenti sintomi di infezione da meningococco. Febbre, nausea, mal di testa e macchie sulla pelle. È stata subito isolata e poco dopo, attorno alle ore 22, è stata ricoverata nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Prato. La prognosi è riservata ma le sue condizioni sono stabili. La giovane non è vaccinata.

I test effettuati dall’ospedale Meyer confermano che è meningite virale. Fortunatamente è del gruppo B, ceppo meno aggressivo rispetto al C. La giovane è una studentessa di liceo, appena promossa in classe quinta. L’unità funzionale igiene pubblica e della nutrizione di Prato  ha attivato le procedure di profilassi per i familiari e per le persone che negli ultimi 7 giorni precedenti all’esordio dei sintomi della paziente hanno avuto contatti stretti e ravvicinati. Dall’indagine epidemiologica condotta e dalla ricostruzione dei luoghi frequentati dalla ragazza non sono emerse altre persone che sono venute in contatto stretto e prolungato con la paziente.

Nel 2017 il sistema di sorveglianza della Regione Toscana ha registrato  10 casi di meningococco di cui: sei C, due B e due Y. Nel 2016 sono stati 40 i casi complessivi registrati, di cui: trenta C, sette B, uno W, uno Y ed un caso non tipizzato. Nel 2015 i casi complessivi sono stati 38 di cui: trentuno C, cinque B, uno W, ed un caso non tipizzato.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie