Troppi Farmaci uccidono, sono circa 150mila gli over 75 che fanno piu’ di una terapia

Che la popolazione generale sia sempre più anziana, affetta da comorbilità e quindi soggetta a politrattamenti, è tema ormai noto nella pratica clinica quotidiana. Al contrario meno sedimentata è la consapevolezza che la politerapia nell’anziano rischia di essere pericolosa se non addirittura fatale. na delle conseguenze della multimorbosità è il politrattamento farmacologico con gli inerenti problemi dovuti ad una scarsa visione di insieme della complessità del paziente. La polifarmacia, definita come l’assunzione cronica di 4 o più classi di farmaci, è molto frequente nell’anziano e tale da condizionare i risultati delle cure a causa della maggiore suscettibilità agli effetti indesiderati ed alle interazioni, per la ridotta funzionalità dei filtri epatico e renale.

Sono circa 150mila gli over 75, piu’ esattamente il 15% dei pazienti anziani che fanno piu’ di una terapia, in trattamento per diabete, ipertensione e iperlipidimia, e a causa dei farmaci doppioni che hanno lo stesso principio attivo sono a rischio di sovradosaggio. Ed e’ proprio il sovradosaggio a causare un ricovero su dieci.

La SICGE (la Società Italiana di Cardiologia Geriatrica) per questo ha promosso un Numero Verde, l’ 800894140, attivo dal primo luglio, per fornire informazioni e assistenza su farmaci e terapie ai cittadini, e lancia in partnership con FederAnziani la SICGe Community (http://community.sicge.it ), un servizio di informazione e supporto per cittadini e classe medica.

”Siamo di fronte ad un’emergenza molto seria – dichiara Alessandro Boccanelli, Presidente SICGe – in Italia, gli ultra65enni sono oltre il 21% della popolazione totale, e sono destinati a superare il 33% entro 20 anni. La duplicazione terapeutica, con casi frequenti di assunzione di farmaci della stessa classe, nasce da problemi di comunicazione tra medico e paziente e tra più medici che seguono lo stesso paziente”. Per questo, SICGe ha lanciato un Numero Verde dedicato agli over65, l’800894140. ”È solo uno dei servizi offerti dalla SICGe Community, il primo progetto nazionale realizzato in partnership con Federanziani dedicato alle patologie cardiovascolari nell’età avanzata” spiega Niccolò Marchionni, Direttore del Dipartimento Cardiotoracovascolare di Careggi-Firenze. In Italia stanno partendo poderose iniziative di ricerca in questo campo, i cui protagonisti sono coinvolti nel Seminario.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie