“Free-vax”, in 10mila a Pesaro contro il decreto vaccini obbligatori

Migliaia di persone in maglietta arancione, arrivate da tutta Italia, hanno preso parte a Pesaro, al Parco Miralfiore, alla manifestazione “Freevax: liberi di decidere se far vaccinare o meno i propri figli”. Presenti tanti genitori con i loro figli in braccio che, al grido di “libertà, libertà”, hanno contestato il decreto del ministro della Salute sull’obbligo di vaccinare i bambini prima di iscriverli a scuola, una misura ora in discussione al Senato.

Ci sono tanti genitori con i loro figli in braccio: contestano, al grido di ”libertà, libertà”, il decreto del ministro della Salute sull’obbligo di vaccinare i bambini prima di iscriverli a scuola, una misura ora in discussione al Senato. “Da oggi, questo gioiello di parco sarà anche leggenda”, l’esordio del presentatore. Povia ha cantato ‘Quando i bambini fanno oh’, rivisitando il testo per l’occasione, “Chi comanda il mondo”, “una canzone che mi è costata 34 querele” ha ricordato. Poi, il filosofo Diego Fusaro e il giornalista Gianluigi Paragone.  Fra questi Thomas Ghidotti del Sentiero di Nicola, che si è messo a gridare, sommerso dagli applausi, “assassini, maledetti” all’indirizzo di chi vuole introdurre l’obbligo vaccinale.

L’evento, organizzato dal Comitato Salute e Diritti di Pesaro, Colors Radio, Il Sentiero di Nicola, Auret, Comilva, Corvelva, Rav Hpv, Vaccinare Informati, Condav, ha visto gli interventi di alcuni genitori che sostengono di aver visto i propri figli “ammalarsi anche a causa dei vaccini”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie