Frutti di mare avariati, vomitando si rompe la vescica, donna rischia la vita

Frutti di mare avariati: donna rischia la vita. Una donna di 46 anni, che non aveva precedenti problemi urologici, ha rischiato la vita dopo aver mangiato frutti di mare andati a male. I protratti e violenti conati di vomito hanno portato infatti a una rottura spontanea della vescica.

A descrivere il caso, “molto raro e con pochissimi precedenti in letteratura” sono i medici del team di Ruairidh Crawford sul ‘British Medical Journal Case Reports’. La vicenda è avvenuta nel West Hertfordshire Hospitals Nhs Trust di Watford, in Gran Bretagna.

L’insolito caso rimbalza sulla stampa britannica. Stando ai medici, lo sforzo e i ripetuti conati di vomito hanno provocato la rottura della vescica. Arrivata in ospedale, la paziente è stata sottoposta a cistogramma e Tac, e proprio questo esame ha rivelato la perforazione della vescica, confermata durante una laparotomia e quindi ‘riparata’. Ora la paziente si è ripresa bene, e i sintomi sono completamente scomparsi dopo tre mesi, concludono i sanitari sottolineando l’estrema rarità del caso.

I frutti di mare sono organismi filtratori che crescono bene anche in acque inquinate, e attraverso il processo di filtrazione possono accumulare nel loro organismo anche batteri, virus, tossine, metalli, ed altre sostanze inquinanti, fra i quali:

  • Giardia lamblia: un parassita microscopico che causa diarrea;
  • Epatite A: una malattia acuta che causa disturbi gastrointestinali, febbre e ittero;
  • Norovirus: un gruppo di virus che provocano gastroenteriti;
  • Rotavirus: virus responsabile di gastroenteriti;
  • Shigella: un genere di batteri che causa diarrea;
  • Campylobacter lari: un microrganismo che provoca gastroenterite e diarrea;
  • Escherichia coli: specie di batteri che provocano nausea, forti crampi addominali e diarrea;
  • Vibrio vulnificus: un batterio che provoca gastroenterite;
  • Salmonella: agente batterico fra i più comuni che provoca diarrea, febbre e vomito.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie