Lorenzin: i nuovi Lea completati entro il mese di settembre, un risultato straordinario

“L’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza rappresenta un risultato straordinario conseguito dal Governo in materia di tutela della salute. Inoltre, i complessi adempimenti procedurali” relativi ai nuovi Livelli essenziali di assistenza “saranno completati entro il mese di settembre” e “a breve i nuovi Lea potranno essere fruiti in maniera completa e uniforme su tutto il territorio nazionale, anche nella parte relativa alle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale e protesica”. Lo ha detto il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, rispondendo al Question Time alla Camera sulle tariffe massime per l’assistenza specialistica ambulatoriale e protesica.

Quanto allo stato dell’iter di adozione del dm tariffe, ha spiegato Lorenzin, “il ministero della Salute ha avviato dal mese di febbraio 2016 un lavoro molto complesso che è consistito nella riconduzione dei 36 mila codici delle prestazioni sanitarie regionali a quelli presenti nel nuovo nomenclatore adottato con il Dpcm Lea. Questa attività, molto impegnativa anche a causa della mancanza di una codifica unica in tutte le regioni – ha precisato – si è resa necessaria per consentire sia l’analisi della variabilità tariffaria delle prestazioni, già erogate dalle Regioni e recepite dal nuovo Nomenclatore, sia l’analisi dei costi delle prestazioni per le quali sono stati approntati appositi studi tecnici”.

“Tale complessa attività è terminata il 31 marzo scorso e solo pochi giorni fa si è conclusa la fase di consultazione con le associazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello nazionale e le società scientifiche per pervenire all’elaborazione delle prime ipotesi tariffarie su tutti i 2109 codici di assistenza specialistica ambulatoriale e sui 1063 codici dell’assistenza protesica. Solo all’esito di un ulteriore confronto con le associazioni di categoria e le società scientifiche sulle modifiche apportate a seguito della consultazione – ha concluso Lorenzin – lo schema di provvedimento sarà trasmesso al Mef per la concertazione tecnica e, successivamente, alla Conferenza Stato-Regioni per l’acquisizione dell’intesa”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie