Seggiolini auto Recaro Optia e Jané Grand pericolosi in caso di urto frontale

I seggiolini auto per bimbi Recaro Optia, con base Recaro SmartClick, e Jané Grand hanno fallito i test di sicurezza nei laboratori internazionali di Altroconsumo: in caso di urto frontale si rivelano pericolosi, mettendo a rischio l’incolumità sia dei bambini che degli altri viaggiatori. Risultati del test alla mano, le aziende Recaro Germania e Jané Spagna sono state contattate e informate: entrambe hanno avviato indagini interne per verificare cosa sia accaduto.

Altroconsumo chiede che i due produttori ritirino immediatamente i prodotti dalla vendita, informando i consumatori e provvedendo a sostituire o rimborsare il prezzo dei seggiolini a chi li avesse già comprati.

Nel corso dei  test il seggiolino Recaro si stacca dalla base isofix  ed è sbalzato nell’abitacolo. Il prodotto Jané Grand (gruppo 1/2/3) può essere utilizzato con agganci isofix fino ai 18kg (come gruppo 1), ma gli ancoraggi non sopportano le forze cui sono sottoposti nel crash frontale e si aprono sganciando la seduta.
Il modello Recaro in questione è assolutamente sconsigliato perché può essere utilizzato solo con  la base Isofix. Jané Grand, invece, può essere utilizzato come gruppo 2-3 (dai 22 kg, ovvero circa 6/7 anni): in questo caso deve essere installato con le cinture del veicolo.

Sebbene siano modelli omologati, le prove di laboratorio non mentono, sono severe e la sicurezza è al primo posto delle valutazioni.
Altroconsumo realizza test di sicurezza da decenni in sinergia con le altre organizzazioni indipendenti di consumatori e gli Automobil Club in Europa. L’esperienza di anni di prove è a disposizione di tutti, stimola i produttori a fare meglio e i consumatori a scegliere sicuro.

Per qualunque informazione su come sistemare i bambini in auto in tutta sicurezza e quale modello preferire per le proprie esigenze consultare il servizio online sempre aggiornato.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie