Baciare il cane può farti moriere, esperti: la bocca del cane è “un enorme ammasso di batteri”

Chi ha un cane ben sa che non si tratta solo di un animale domestico ma di un vero e proprio membro della famiglia. Gli si danno le attenzioni necessarie e gli si vuol bene, tanto da scambiarsi effusioni e baci affettuosi. Fanno parte della famiglia come qualunque altro membro a due zampe eppure le leccatine potrebbero infettare l’uomo con i tanti germi e virus presenti nella loro saliva.

L’argomento è stato trattato dal New York Times. Sulla celebre rivista americana alcuni medici e veterinari hanno infatti consigliato di evitare i baci del cane sul viso. In particolare su bocca, occhi e naso. Perché? La risposta la possiamo immaginare: non è igienico. E a confermarlo è Neilanjan Nandi, medico del Drexel University College of Medicine di Filadelfia, il quale spiega che la bocca del cane è “un enorme ammasso di batteri, virus e lieviti”.

Qualcuno potrebbe obiettare che la saliva del cane è un disinfettante se pensiamo che l’animale la usa per pulirsi le ferite, ma non è la stessa cosa. Alcuni organismi presenti nella saliva del cane non sono, infatti, tollerati dall’uomo. Il rischio? Contrarre alcune malattie. Come spiega Leni Kaplan del Cornell University’s College of Veterinary Medicine ci sono alcuni batteri zoonotici pericolosi per l’uomo, tra cui clostridium, l’Escherichia coli, la salmonella e il campylobacter.

Questo non vuol dire che non ci si debba avvicinare al cane o che se un cane ci lecca, ad esempio, una gamba, siamo in pericolo. “Quando la saliva del cane tocca la pelle umana intatta, – spiega Kaplan – in una persona sana è molto difficile che possa causare problemi”. Il pericolo si presenta, invece, quando a saliva entra in contatto con occhi, naso e bocca. Le probabilità di contrarre una malattia in realtà non sono altissime, ma neppure nulle. Meglio dunque evitare, in particolare con i bambini!

Un gesto d’amore pericoloso, secondo alcuni esperti virologi e batteriologi trattasi di comportamento da evitare accuratamente, visto che potrebbe essere addirittura potenzialmente letale per l’uomo. Sì, perché i dolci baci canini possono veicolare una serie infinita e spaventosa di batteri e virus che di certo non vorremmo mai affrontare.

Marty Becker, esperto di cani, parlando al sito specializzato Doggies Care è chiarissimo: “Noi umani quando ci salutiamo ci diamo un bacio sulla guancia, i cani per salutarsi si annusano il sedere”. E se questo avvertimento non vi basta, ascoltate quello che ha da dire John Oxford, virologo e batteriologo della Queen Mary University di Londra: “Il problema non è solo quello che trasmettono con la saliva. I cani trascorrono metà della loro vita con il naso in angoli sporchi o si aggirano attorno alle feci di altri cani. Dunque i loro musi sono pieni di batteri, virus e germi di ogni tipo”.

La bocca degli animali è un enorme contenitore di batteri, virus e lieviti. Dalla salmonella all’escherichia coli, fino ad altre patologie gastointestinali, il rischio di infezione c’è, ma solo se la lingua del cucciolo di casa entra in contatto con le nostre mucose. Il muso degli animali è spesso in contatto con il suolo, toccano e leccano qualsiasi cosa, tra cui feci e carcasse. “La cute del padrone – chiarisce Pregliasco virologo dell’Università di Milano e direttore sanitario dell’Istituto Galeazzi – è una barriera inespugnabile. La trasmissione può avvenire quando la lingua del cane o del gatto tocca le mucose presenti negli occhi, nel naso e nella bocca di una persona”.

Va ricordato però che anche una semplice ‘leccata’ di un cane può essere dannosa, secondo alcuni esperti. Nella saliva dei cani sono contenute proteine utili a disinfettare e pulire le ferite, ma ci sono anche organismi specifici che l’uomo non è in grado di combattere. Per questo molti specialisti restano su posizioni più prudenti. “Non lascerò mai ad un cane la possibilità di leccarmi il volto”, dice John Oxford, professore di virologia presso la Queen Mary University di Londra.

Per evitare di correre rischi i consigli sono quelli classici. Bisogna vaccinare Fido, sverminare i cuccioli, e dopo aver giocato con il cane è necessario lavare le mani con il sapone. Difficilmente, se si prendono questi accorgimenti, un batterio presente sul muso dell’animale può rappresentare una minaccia per una persona sana.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie