Il caldo non molla, le 17 città infuocate dall’anticiclone africano Lucifero

Non si attenua l’ondata di caldo sull’Italia: domani saranno 17 le città con il ‘bollino rosso’, e dopodomani il numero scenderà a 14. Il caldo record portato dall’anticiclone africano Lucifero non smette di riscaldare il sud Italia mentre migliora la situazione al nord, dove sono previsti temporali che determineranno una lieve diminuzione delle temperature. Lo rende noto il ministero della Salute attraverso il ‘Bollettino delle ondate di calore’.

Fino a giovedì le città colpite dal caldo estremo saranno: Bari, Bologna, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Latina, Messina, Napoli, Palermo, Perugia, Reggio Calabria, Rieti, Roma e Viterbo.

L’ondata di calore si attenuerà a Bologna, Civitavecchia, Firenze e Genova (‘bollino giallo’) mentre per Bolzano, Brescia, Milano, Torino, Venezia e Verona giovedì sarà una giornata all’insegna del ‘bollino verde’. Ancora ‘bollino arancione’ per Ancona, Pescara e Trieste.

Il ‘bollino rosso’, spiega il ministero della Salute, indica “condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone con malattie croniche”.

Le previsioni indicano un calo entro la settimana delle altissime temperature che stanno opprimendo la Penisola ormai da diversi giorni, ma ancora per domani e dopodomani le citta’ con il bollino rosso saranno rispettivamente 17 e 14, – secondo il ministero della Salute – ad indicare che l’onda di calore africana non ha ancora esaurito la sua influenza sull’Italia.

Piogge al Nord dove si è già attenuato il caldo, mentre il resto dell’Italia dovrà aspettare la giornata di venerdì quando le temperature cominceranno a scendere, fino a 10 gradi in meno. Le previsioni dei meteorologi del Centro Epson Meteo-Meteo.it indicano che la nuova ondata di caldo della stagione è in via di esaurimento, e – se la tendenza sarà confermata – dovrebbe essere un Ferragosto dal caldo sopportabile.

“Nei prossimi giorni – affermano – al Centrosud e sulle Isole continueremo ad osservare temperature estremamente alte fino a giovedì con picchi ancora intorno ai 38-40 gradi; in seguito il caldo si attenuerà anche su queste zone, dapprima al Centro e sulla Sardegna, poi, tra venerdì e sabato, anche al Sud e in Sicilia. Il calo delle temperature al Nord sarà accompagnato da alcune fasi temporalesche, la più attiva di queste è prevista tra giovedì e venerdì, mentre al Sud probabilmente non si verificheranno precipitazioni di rilievo ancora per molti giorni. La siccità che sta colpendo da mesi il nostro Paese è destinata dunque ad aggravarsi e anche il pericolo incendi rimane estremamente elevato”. Il fine settimana, sempre secondo i meteorologi di Epson Meteo, vedrà un tempo soleggiato, con un clima gradevole e le temperature saranno decisamente più in linea con le medie stagionali.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie