Tisane e infusi anche d’estate

Con un bicchiere di acqua e menta e sentiremo subito meno caldo. E’ utile anche per mal di testa, contro le gastriti, i crampi dello stomaco e le coliti. D’estate è bene ricordarlo, dovremmo bere almeno un litro e mezzo d’acqua per reidratare i liquidi che perdiamo. Meglio ingerire acqua ad una temperatura di 10-15 gradi e non quella ghiacciata del frigo che produce nel nostro corpo una vasodilatazione: ci fa sudare e perdiamo subito i liquidi appena assunti.

Sembrerà un paradosso eppure bere bevande calde in estate ci aiuta a sopportare il caldo. La nostra lingua è ricoperta da recettori che trasmettono impulsi al cervello. Bevendo tè caldo, la temperatura corporea si alza e inizieremo a sudare. Espellendo liquidi, ci rinfrescheremo immediatamente. Da evitare, invece, sono gli alcolici: “Cerchiamo di non bere vino o birra nelle ore calde”.

Infusi e tisane se pensati in modo originale possono rappresentare una valida alternativa anche in estate, in quanto anche fresche mantengono le proprietà benefiche sull’organismo. Il punto è renderle deliziose per farle competitive rispetto a cole e aranciate “super-chimiche”. Come fare? Una volta preparate possono essere fatte portare a temperatura ambiente e, infine, in frigor. Quindi conservate in thermos anche per essere consumate in spiaggia o all’aria aperta. Ecco qualche suggerimento per tisane adatte ai mesi estivi.

La tisana del karkadè (ottenuta con il fiore di una pianta tropicale, l’Hibiscus)si prepara mettendo un cucchiaino di fiori sbriciolati in 200 ml di acqua bollente e lasciando in infusione per 10 minuti prima di filtrare e versare nel contenitore. Si tratta di una tisana adatta al consumo dopo i pasti in quanto ottimo digestivo, può quindi essere tranquillamente bevuto al posto del tè o del caffè. Funziona molto bene come diuretico, accelera il metabolismo aiutando chi sta seguendo una dieta dimagrante. Contribuisce a ridurre il colesterolo possiede proprietà antinfiammatorie, lenitiva, ricca di vitamina C a tal punto da averne il doppio rispetto a un’aranciata.

L’Infuso di mela e limone, eccezionale se servito a temperatura frigor, da vita a una bevanda dissetante che può essere la vera alternativa alle bibite: mettere un cucchiaio dei due frutti tagliati a fette in mezzo litro di acqua bollente per 10 minuti, poi filtrare. Dalla grande capacità depurativa l’infuso cdi carciofo che si prepara lasciando ad infusione in 25 cl di acqua, cinque grammi di foglie di carciofo. Dopo aver fatto bollire l’acqua all’interno di un pentolino, versarla all’interno di una tazza che contiene le foglie di carciofo. Attendere 5 minuti prima di procedere alla fase di filtraggio. Bere lontano dai pasti.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie