Uccisa l’orsa KJ2: Aidaa: “Ce lo aspettavamo è l’ennesimo barbaro inutile omicidio”

Trento, uccisa l’orsa KJ2. Gli agenti del Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento ieri sera hanno proceduto all’abbattimento dell’orsa KJ2 in attuazione dell’ordinanza emessa dal presidente della Provincia di Trento Ugo Rossi per garantire la sicurezza delle persone.

“Ciò è stato possibile – si legge nella nota della Provincia – grazie alle precedenti attività di identificazione genetica e successiva cattura e radiocollarizzazione ai fini della riconoscibilità dell’animale. Il documentato indice di pericolosità dell’esemplare, culminato nel ferimento di due persone, ha richiesto l’attuazione dell’ordinanza nel più breve tempo possibile. Sempre in funzione della prioritaria sicurezza delle persone continueranno in maniera intensiva tutte le attività condotte per ridurre il rischio di incidenti”.

L’ Aidaa ( Associazionenazionale difesa animali e ambiente) domani annuncerà le iniziative che intende mettere in pratica “per contrastare questo fenomeno assurdo dell’abbattimento degli orsi (e in prospettiva dei lupi) e per far condannare a livello europeo le attività assassine messe in pratica con i decreti del presidente Ugo Rossi”. Duro il commento del presidente Aidaa Lorenzo Croce: “Ce lo aspettavamo e non hanno mancato di compiere l’ennesimo barbaro inutile omicidiTrento, uccisa l’orsa KJ2o, chi ha ordinato questo omicidio dell’orsa non è un uomo è un barbaro, comunque legalmente  parlando l’uccisione di KJ2 non resterà impunita da subito via al boicottaggio e poi tutte le pratiche utili per fermare legalmente e isolare la mano assassina di animali di Ugo Rossi per il quale chiederemo anche la condanna del parlamento Europeo”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie