Veneto, dal primo agosto dispositivi per l’automonitoraggio della glicemia distribuiti in farmacia

E’ il Veneto la prima Regione ad aver affidato alle farmacie del territorio la distribuzione dei dispositivi Fgm per l’automonitoraggio della glicemia. Disponibili negli esercizi dal primo agosto, i device potranno essere forniti in regime rimborsato ai diabetici di età compresa tra i 4 e i 17 anni e agli adulti in terapia con microinfusore o che effettuano abitualmente cinque o più rilevazioni al giorno. In tutto, si tratta secondo le stime di una platea di circa 5.600 pazienti, dei quali 1.100 tra bambini e adolescenti e 3.850 persone che effettuano abitualmente 5 o più misurazioni giornaliere.

In base a quanto previsto dalla delibera regionale 547/2017 dell’aprile scorso, la prescrizione dei dispositivi Fgm è demandata al medico specialista sulla base di un Piano terapeutico informatizzato, che viene caricato sulla piattaforma Webcare Diabete fornita gratuitamente da Federfarma a Regioni e Asl. La piattaforma consente di tenere traccia delle prescrizioni così come delle forniture, assicurate dalle farmacie in modo tale da evitare sprechi o confezioni non utilizzate. Il farmacista, inoltre, fornisce al paziente tutte le informazioni necessarie a un uso corretto del device e lo assiste in caso di malfunzionamenti o impiego inappropriato.

«La scelta della Regione di affidare a noi la distribuzione di tali presidi» commenta Alberto Fontanesi, presidente di Federfarma Veneto, in una nota diffusa ieri «è un ulteriore passo verso la farmacia dei servizi, dove gli assistiti vanno con fiducia perché sanno di trovare personale competente e preparato. Le farmacie sono un presidio dalla distribuzione capillare e radicata nei territori, cosa che le rende un punto di riferimento sicuro per ogni comunità».

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie