Agricoltura: Coldiretti Padova, decolla la filiera della Canapa oltre 250 ettari coltivati da 25 aziende

Coldiretti Padova sta coordinando in collaborazione con Assocanapa Veneto la filiera e mettendo in rete gli agricoltori, in particolare giovani imprenditori con idee innovative, interessati alla coltivazione della canapa e alle sue numerose opportunità di integrazione del reddito.

Se ne è parlato oggi nella giornata dimostrativa a Cervarese Santa Croce con un focus group dedicato ai produttori interessati a partecipare alla filiera coordinata da Coldiretti Padova. “La reintroduzione della canapa in agricoltura è una interessante opportunità di diversificazione e di integrazione del reddito per le nostre imprese agricole – afferma Giovanni Roncalli, direttore di Coldiretti Padova – e per favorirla stiamo lavorando alla costruzione della filiera padovana e veneta coinvolgendo i giovani agricoltori che vogliono intraprendere nuove occasioni di sviluppo innescando un circolo virtuoso per la nostra economia”, spiega Ettore Menozzi Piacentini, presidente del comprensorio Coldiretti Padova Ovest.

Davide Buratto di Assocanapa Veneto spiega come la produzione stia crescendo progressivamente: “cinque anni fa eravamo partiti praticamente da zero, oggi in Veneto contiamo oltre 250 ettari coltivati da 25 aziende. A Padova la canapa è presente su una trentina di ettari in dieci aziende. Ora dobbiamo unire le forze per arrivare in tempi brevi al raddoppio della superficie in modo da fare economie di scala sui costi di trasformazione”.

Dalla canapa infatti si ottengono tessuti e materiali edili, ma anche olio, vernici, saponi, cere, cosmetici, detersivi, carta o imballaggi. Gli usi sono i più disparati, a partire da quelli più innovativi come gli eco-mattoni di canapa da utilizzare nella bioedilizia che, oltre a garantire un’alta capacità isolante, sia dal caldo che dal freddo, assorbono anche CO2. Ma c’è pure il pellet di canapa per il riscaldamento che assicura una combustione pulita. Non mancano le tante varianti alimentari, dai biscotti e dai taralli al pane di canapa, dalla farina di canapa all’olio, le cui proprietà benefiche sono state riconosciute dal Ministero della Salute, dall’Oms e da numerose ricerche. Dalla canapa si ricavano inoltre tessuti naturali ottimi sia per l’abbigliamento, poiché tengono fresco d’estate e caldo d’inverno, sia per l’arredamento, grazie alla grande resistenza di questo tipo di fibra.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie