Maxi sequestro farmaci online, 400 arresti

I blitz, compiuti in diversi Paesi, hanno portato al sequestro di 25 milioni di confezioni di medicinali potenzialmente pericolosi sequestrati, per un valore di 51 milioni di dollari, e 400 arresti in tutto il mondo: sono i numeri dell’operazione Pangea X, la più vasta per il contrasto nella vendita illecita di medicinali on-line mai condotta da Interpol, a cui ha contribuito anche Europol. Si legge in una nota dell’Agenzia Ue.

Complessivamente Pangea X, condotta tra il 12 ed il 19 settembre, ha coinvolto 179 tra polizie, dogane e Autorità per la salute di 123 Paesi, ed ha portato all’apertura di 1058 inchieste, con 3584 siti web oscurati e la sospensione di oltre 3000 annunci pubblicitari on-line di farmaci illeciti. La principale tendenza individuata è la continua crescita di farmacie on-line non autorizzate. Tra le tipologie di falsi e illeciti colpiti nell’operazione: integratori alimentari, antidolorifici, farmaci anti epilettici, antidepressivi e pastiglie per la disfunzione erettile, e prodotti alimentari. Ma le attività si sono focalizzate anche su dispositivi medici per l’implantologia dentale, profilattici, siringhe e attrezzatura chirurgica. In tutto ne sono state sequestrate per un valore di 500mila dollari.

Acquistare medicinali via internet. A partire dal secondo semestre del 2015 i cittadini europei potranno acquistare medicinali via internet in assoluta sicurezza, grazie ad un apposito logo che sarà riportato nella homepage dei siti web autorizzati alla vendita di farmaci e che consentirà di verificarne l’autenticità. Questo è quanto prevede il Regolamento di attuazione adottato nei giorni scorsi dalla Commissione europea, in conformità alla Direttiva europea 2011/62/UE, che introduce una serie di misure finalizzate a impedire l’ingresso di medicinali falsificati nella catena di fornitura legale.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie