Biodiverità: occorre edilizia sostenibile, un convegno il 13 ottobre a Le Murate di Firenze

Un evento, rivolto soprattutto ai progettisti, agli amministratori e ai tecnici degli enti pubblici, ma anche alle società che gestiscono le infrastrutture di trasporto, alle soprintendenze, alle imprese di costruzione, agli amministratori di condominio e saranno anche presentati gli atti dell’iniziativa “architetture e fauna”. Si tratta di ‘Architettura, avifauna & co’ il convegno che riguarda l’edilizia sostenibile e la tutela della biodiversità urbana che avrà luogo venerdì prossimo, 13 ottobre, al complesso Le Murate organizzato dall’assessorato all’ambiente del Comune di Firenze e dalla Lipu.

Sono due gli obiettivi dell’iniziativa. In primis trasmettere la presa di coscienza che sia i comuni edifici, sia i palazzi storici possono ospitare la nidificazione e il rifugio per molte specie protette, arrecando un valore aggiunto per i turisti, cittadini e ancora per le attività di educazione ambientale delle scolaresche. Secondo aspetto, la considerazione che alcuni prodotti industriali quali vetrate di palazzi, piuttosto che i pannelli fono isolanti o i canali mettono a rischio la vita degli animali.

Si pensi che negli edifici e nei monumenti delle città vivono numerose specie tra cui rondini, rondoni, passeri, ballerine e codirossi, ma anche rapaci diurni e notturni, rospi, lucertole, fino ai pipistrelli, piccoli mammiferi che aiutano a tenere sotto controllo le zanzare. “Specie problematiche”, invece, nelle città sono piccioni e storni, poiché portano sporcizia e degrado sia all’ambiente urbano, sia al patrimonio monumentale, Il convegno si terrà dalle 9 alle 13.30 al Saloncino Ernestina Paper a Le Murate, saranno presenti l’assessore all’ambiente Alessia Bettini e del presidente della commissione urbanistica Leonardo Bieber.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie