Wwf, si chiude Barcolana, contro la plastica in mare

Barcolana è cuore sportivo e passione per il mare. Migliaia di persone in mare e lungo le rive danno vita ad uno spettacolo unico al mondo, ad una sana competizione dove vento, abilità e tatticismi trasformano il golfo di Trieste in un palcoscenico naturale.

Chiudiamo in bellezza un anno di Campagna #GenerAzioneMare. Buon vento a Barcolana e arrivederci al 2018″.

E’ il commento a caldo di Donatella Bianchi, Presidente del WWF al termine della manifestazione velica che quest’anno ha superato tutti i record: il numero di iscritti rispetto alle edizioni passate, oltre 2.000, diventando così anche la regata velica più ‘affollata’ al mondo.
Il WWF ha ‘partecipato’ alla manifestazione con incontri, mostre e altri eventi che hanno coinvolto i visitatori nella lotta alla plastica in mare. L’imbarcazione da regata TP 52 Zero Could di Daniele Falzitti ha poi portato il messaggio WWF tra i velisti, e ha partecipato alla regata con un ottimo piazzamento, tagliando il traguardo di fronte a Piazza Unità, tra gli applausi del pubblico, al 16mo posto, terzo della sua categoria.

Stop plastica in mare

Il WWF quest’anno ha voluto affiancare la Barcolana perchè accoglie pienamente la filosofia di questo evento: promuovere la cultura dell’andar per mare a vela, nel rispetto più profondo del mare e delle sue meraviglie.  Questo principio alimenta le iniziative del WWF e quella scelta per l’evento triestino è la Lotta alla plastica in mare, a chiusura di un anno di Campagna #GenerAzioneMare. Ogni anno 8 milioni di tonnellate di soli materiali plastici finiscono in mare: questo vero e proprio highlander naviga con 150 milioni di tonnellate sparse nei mari di tutto il mondo.

Barcolana per il WWF è un’occasione preziosa per informare, sensibilizzare e coinvolgere attivamente gli appassionati di mare, particolarmente sensibili al destino degli oceani con Mostre, incontri con esperti, scrittori, punti informativi. Tra gli appuntamenti l’esplorazione dell’ambiente naturale delle coste triestine con esperti della Riserva Miramare a bordo dell’imbarcazione della Guardia Costiera, in affiancamento delle loro iniziative educative.

Ma c’è di più: l’equipaggio del WWF per Barcolana ha voluto anche inviare un messaggero in mare: una delle imbarcazioni iscritte a Barcolana, il TP 52 Zero Could, barca a vela da regata dell’armatore Danilo Falzitti costruita interamente in carbonio e vincitrice di numerosi tornei velici, ha portato il vessillo del WWF con il messaggio Stop plastica in mare in appogio alle attività di divulgazione svolte dai volontari del WWF. Per il WWF l’obiettivo è salvare il mare: è quello il vero traguardo.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie