Ecovillaggio di Montale, tornano le lezioni di agraria a cielo aperto

Progetti europei per una società più equa, inclusiva e sostenibile. L’idea centrale di YouNet (associazione che forma studenti europei attraverso l’ospitalità delle aziende italiane), incontra la filosofia interculturale di Ecovillaggio di Montale, quartiere bio ed ecosostenibile che lunedì 13 febbraio aprirà le porte ad un gruppo di tirocinanti adulti della Grecia. Ad attenderli una “full immersion” pratica sulla manutenzione del verde.

Visiera, guanti, divisa da giardinaggio, ma soprattutto ore di apprendimento sul campo. Ecovillaggio torna ad essere tra le mete professionalizzanti di “YouNet” per la crescita formativa diretta di stagisti europei. Un percorso legato alla promozione della sostenibilità che partendo da una visione centrata sugli aspetti ecologici accoglie la dimensione del benessere dell’uomo nell’ambiente, quindi il miglioramento della qualità di vita, il comfort abitativo dentro e fuori casa.

La giornata formativa può contare sul sostegno dell’amministrazione comunale di Castelnuovo Rangone, che sarà presente già nella mattina di lunedì 13, con un gruppo di operai. I manutentori del verde, protagonisti del tirocinio, sono: Eleni Timosidou, Eleni Antoniadou, Chrysostomos Thomaidis, Sotirios Kazantzis. L’approccio della formazione e osservazione sul campo, (“job shadowing” in inglese) consentirà loro di entrare in contatto con le buone pratiche utilizzate per costruire le case ecologiche e di toccare con mano elementi di bioarchitettura che coniugano il massimo comfort ai minimi consumi energetici.

Ecovillaggio Montale, “case study” e modello di quartiere a impatto zero, sarà illustrato (ore 9,00) presso gli uffici di via Vandelli dall’imprenditrice Silvia Pini e dall’architetto Valentina Nigro. Dalle 9.30 alle 13.00 avverrà l’affiancamento tra gli studenti e gli operai del Comune di Castelnuovo Rangone nelle attività di giardinaggio. Dopo la pausa pranzo la delegazione riprenderà tutti gli strumenti per lavorare in modo autonomo per poi, dalle 15 alle 16, concludere questa prima giornata con un “tour” per le zone a verde del quartiere, con l’illustrazione delle scelte progettuali finalizzate al comfort ambientale in Ecovillaggio a cura di Marcella Minelli Agronomo del Paesaggio e promotrice dello stage.

Questa esperienza infatti consente ai giovani, cittadini del mondo, di acquisire nuove competenze/conoscenze e di arricchirsi in campo professionale, culturale e umano.
Da diversi anni, in collaborazione con Istituti scolastici primari e secondari del territorio modenese, Ecovillaggio Montale contribuisce nel proprio piccolo a formare la coscienza sostenibile dei futuri imprenditori attraverso lezioni frontali in classe, esperienze di stage e di apprendimento diretto sul campo.

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie