22 Aprile Festa delle oasi e riserve LIPU

In programma visite guidate, giochi e liberazioni animali selvatici

+ Il prgramma completa della gioranta

La natura torna protagonista, nel pieno della migrazione degli uccelli, e si prepara alla grande stagione della riproduzione. In scena domenica la festa delle oasi e delle riserve Lipu (Lega Italiana Protezioni Uccelli): saranno 17 quelle aperte gratuitamente al pubblico, dal Piemonte alla Sicilia, con un programma adatto alle famiglie come ai più esigenti birdwatchers: visite guidate, liberazioni di animali feriti e curati nei centri Lipu e giochi per i più piccoli.

«Con staff e volontari Lipu – si legge in una nota dell’associazione – si andrà alla scoperta delle 250 specie di uccelli, dei paesaggi e della natura incontaminata delle oasi, costituiti da 4.500 ettari di zone umide, coste e boschi che l’associazione gestisce in tutta Italia in collaborazione con enti locali e soggetti privati».

«L’Oasi Bosco del Vignolo (PV) – riferisce la nota – offrirà il “cross booking”, attività libera di scambio di libri, mentre alla riserva Palude Brabbia (VA) è in programma “Sulle ali dei Rapaci”, a “caccia” del nibbio bruno e del falco pescatore. La riserva Lago di Santa Luce (PI), dopo l’escursione in natura per ammirare poiane e falchi di palude, propone una visita al vicino Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia, centro tra i più importanti al mondo per lo studio e la pratica del buddismo tibetano».

Andando verso sud, «l’oasi Gravina di Laterza (TA) condurrà gli ospiti nel gran canyon per scorgere il volo del lanario e del grillaio e alla riserva Saline di Priolo (SR), in Sicilia, passeggiata nel bosco delle Tamerici per riconoscere il canto dei piccoli uccelli».

Liberazioni di uccelli curati nei centri recupero si terranno in cinque oasi e riserve: a Cesano Maderno (MB), Arcola (SP), Massaciuccoli (LU), dove si potrà assistere dal battello alla liberazione sul lago di rapaci e uccelli acquatici, a Castel di Guido (Roma) e a Casacalenda (CB). Sabato, inoltre, ci sarà un’anteprima della festa, con l’apertura del Parco Naturale Pantanello (Latina), in occasione della firma del Protocollo d’intesa tra la Lipu e la Fondazione Roffredo Caetani per il rilancio della collaborazione già attiva da anni e finalizzata alla tutela dell’ambiente.

«Sarà una grande giornata di festa per la natura e per gli uccelli – dichiara Fulvio Mamone Capria, presidente Lipu – che a milioni, in queste settimane, stanno tornando in Europa dall’Africa. Ringrazio per l’impegno lo staff e i tanti volontari delle oasi – aggiunge – che come di consueto accompagneranno i visitatori attraverso le più belle aree del nostro sistema oasi, per far conoscere la biodiversità e sensibilizzarli sull’importanza della sua tutela».

«Per i birdwatchers e gli amanti della natura vi saranno varie opportunità di osservazioni ornitologiche – conclude la nota – Pettirossi, capinere e scriccioli si potranno ammirare nelle oasi e riserve di bosco come la riserva Bosco Negri (Pavia) e l’oasi Cesano Maderno (MB), non lontano da Milano, mentre nelle numerose aree umide si potranno ammirare aironi, rapaci, anatre e limicoli (come per esempio il beccaccino e il combattente). Tra le specie più rare o minacciate, oltre ai già citati lanario e grillaio, si potranno osservare la moretta tabaccata (alla riserva Palude Brabbia), il fratino e il fraticello all’oasi Ca’ Roman (VE), il cavaliere d’Italia e l’airone rosso alla riserva Torrile e Trecasali (Parma)».

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie