La casa del Parco di Pianosa, riapre ai visitatori da sabato 24 maggio

Portoferraio – Mare azzurro … Mare chiaro quanti abitanti sopra e sott’acqua! Nuotare, fare snorkeling o diving per conoscere la vita nel mare. Un invito a scoprire le meraviglie dei fondali turchini che lambiscono la spiaggia di Cala Giovanna.

Sabato 24 maggio riapre la casa del Parco di Pianosa e per l’occasione è stata allestita una mostra didattica dal titolo “MARE AZZURRO … MARE CHIARO”. Grazie anche alla collaborazione con la rivista di fotografia naturalistica OASIS che ha fornito l’immagine del Polpo del manifesto, sono stati realizzati dal Parco 12 pannelli con illustrazioni e brevi descrizioni degli ambienti costieri, dalla riva verso i fondali. Sono presentati i 5 ambienti principali: l’area di battigia, gli ambienti temporaneamente inondati dalle maree, quelli sommersi costieri e quelli dei fondali sabbiosi e rocciosi. Le foto mostrano i protagonisti animali e vegetali, per far conoscere la vita degli organismi e per educare al rispetto e alla tutela. Il mare è ricchissimo di colori e di sorprese ma la vista sott’acqua, in assenza di una sufficiente luce, può ingannare l’occhio non abituato e far confondere sagome e colori, rendendo non facile il riconoscimento. Sono state preparate così delle schede plasticate per conoscere i pesci che si avvicinano senza timore, da portarsi sott’acqua, per rendere facile il riscontro diretto! Le schede saranno regalate ai giovani visitatori per far capire il valore di questi incontri ravvicinati nel mare protetto, come detto assai facili nelle acque di Cala Giovanna, dove si può nuotare, immergersi con maschera e pinne e fare immersioni con guida subacquea ambientale e ottenere splendide foto.

L’allestimento sarà quindi trasferito nei locali del bar ristorante per tutta l’estate poiché da metà giugno alla casa del Parco, sarà di scena la storia geologico – paleontologica dell’isola. Grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Siena si mostreranno i crani fossili di cervi di recente ritrovati in una grotta vicino alla costa e testimoni del passato collegamento di Pianosa alla terraferma. ” Pianosa: nascita di un Isola”.

Con la riapertura della Casa del Parco di Pianosa si promuovono anche le attività di educazione ambientale progettate dagli insegnanti delle Scuole Outdoor in Rete che collaborano con l’Ente da alcuni anni con interventi di valorizzazione del territorio, come le esperienze realizzate a Capraia e all’Elba, e ora anche a Pianosa. La Casa del Parco sarà aperta al pubblico gratuitamente tutti i giorni dal 24 maggio al 12 ottobre dalle 10,30 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 16,30 per i turisti giornalieri che utilizzano il collegamento con partenza da Marina di Campo.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie